Quotidiano Nazionale logo
4 mag 2022

Furti a Ravenna, i ladri in riviera: razzìe in bagni e locali

In poche ore presi di mira ‘Passatore’, ‘Saraghina’ e bar ‘La Rosa dei Venti’ a Lido di Dante. Colpo da 10mila euro ‘Da Nico’ a Lido Adriano

milena montefiori
Cronaca
Matteo Pollini del Passatore e Francesco Miccoli del Saraghina (Zani). Sotto, Kristian Karaci del ristorante Da Nico
Matteo Pollini del Passatore

Ravenna, 4 maggio 2022 - Anche i ladri d’estate si spostano al mare. Ma purtroppo le loro vittime non cambiano: sono gli esercenti, alle prese con la preparazione per l’estate, già tartassati dalla crisi prima per il Covid e poi per la guerra. Alcuni di loro, tra Lido di Dante e Lido Adriano, dallo scorso weekend devono anche riparare i danni seminati dai ladri e fare la conta del denaro e della merce rubata.

La notte criminale, antipasto indigesto della stagione, è stata quella tra venerdì e sabato scorso quando i balordi hanno visitato il bagno ‘Saraghina’ in viale Matelda a Lido di Dante. "Stavo dormendo all’interno con la mia compagna quando sono entrati – racconta il titolare Francesco Miccoli –. Alle 4.52 di sabato è scattato l’allarme e sono arrivati vigilanza e poliziotti. I ladri hanno strappato via il registratore di cassa, rubando quasi 200 euro. Ma il danno ammonta a un migliaio di euro, compresa la riparazione di serranda e porta che hanno forzato. Non si fermano davanti a niente e io non so come intervenire. Ora spero che qualche telecamera li abbia ripresi: magari è la volta buona che li prendono".

Il pensiero di Miccoli è che a entrare in azione sia stata una banda, anche perché nella stessa notte sono stati presi di mira altri esercizi commerciali, compreso il vicino stabilimento balneare ‘del Passatore’. "Sabato è suonato l’allarme intorno alle 5 – dice il titolare Vittorio Pollini –. Il sistema è collegato ai nostri cellulari e così mio fratello Marcello si è precipitato ma sono stati velocissimi: nel video delle telecamere si vede un’ombra che entra e in trenta secondi porta via tutto". Dal bagno sono spariti 200 euro di fondo cassa, oltre a un tablet e al pc personale dei titolari. "La stima è di 1.500 euro – aggiunge Pollini –. Erano cinque o sei anni che i ladri non venivano ma ora con la crisi è normale, bisogna rassegnarsi purtroppo. Sporgerò denuncia ai carabinieri".

I ladri hanno preso di mira anche un bar, ‘La Rosa dei Venti’, in viale Lucia, a Lido di Dante. "Siamo entrate io e la mia collega intorno alle 5.30 di sabato – racconta la barista Sandra Bassi –. Il locale era stato chiuso all’una e quando siamo arrivate non abbiamo notato niente di strano. Nel magazzino però tutto era sottosopra: camicie per terra e bidoni aperti. Ma soprattutto ci siamo accorte che tutti i soldi erano spariti, compresi i barattoli delle monete per i resti: circa 2mila euro. Alzando gli occhi mi sono accorta anche da dove sono entrati: il finestrino sopra la porta che ora abbiamo fatto sigillare con delle viti. Comunque adesso ci sentiamo meno sicure".

Colpo clamoroso, sempre la stessa notte, al ristorante ‘Da Nico’ di Lido Adriano dove, oltre a 200 euro di fondo cassa, i balordi hanno fatto razzìa di tutto quello che hanno trovato. "Hanno portato via bottiglie di vino pregiato, pesce surgelato e anche pelati e pasta – racconta il titolare Kristian Karaci –. La stima del bottino è di 10mila euro. È suonato l’allarme verso le 4 ed è intervenuta la vigilanza, oltre che i carabinieri, ma le telecamere non le abbiamo e quelle pubbliche non puntano verso l’ingresso del locale purtroppo. Ora forse le metteremo. Per il resto sono rassegnato. Cosa vuole che faccia? Ormai si passa da una crisi all’altra e questi episodi di certo non aiutano".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?