Punto da un calabrone, un cacciatore ha rischiato di essere colto da shock anafilattico. Subito soccorso, è stato portato in ambulanza al Sant’Anna di Castelnovo Monti. L’allarme è scattato ieri mattina, vittima il 37enne L. C. residente a Quattro Castella il quale, durante una battuta di caccia con amici nella zona di Piolo di Ligonchio. Inavvertitamente è finito sopra un nido di calabroni. Per quanto abbia tentato di difendersi dai pericolosi e grossi insetti, il cacciatore è stato punto da un calabrone. Oltre al dolore e al rigonfiamento, l’uomo ha avuto paura temendo di essere preso da shock anafilattico per cui gli amici cacciatori hanno subito allertata la centrale del 118 soccorso che ha inviato sul posto un ambulanza della Croce Verde di Villa Minozzo e l’auto-infermieristica di Castelnovo Monti. Il cacciatore 37enne è stato immediatamente trasferito in ambulanza all’ospedale Sant’Anna di Castelnovo Monti e quindi sottoposto al trattamento antidolore ed antiveleno. Nella stessa giornata, superata la crisi dovuta alla puntura del grosso insetto, l’uomo è stato dimesso.

s.b.