Coronavirus, nel Reggiano nuovo record di contagi (Foto Afp)
Coronavirus, nel Reggiano nuovo record di contagi (Foto Afp)

Reggio Emilia, 17 marzo 2020 - Il coronavirus miete altre vittime nella provincia di Reggio Emilia. Sono quattro le persone decedute nelle ultime 24 ore, secondo il bollettino quotidiano della Regione Emilia Romagna. Complessivamente i decessi sono 26. E i contagi fanno registrare un nuovo record: 58 in più di ieri, che fanno salire il totale dei positivi al Covid-19 a 299. In Emilia-Romagna sono complessivamente 4mila i casi di positività al Coronavirus, 478 in più rispetto all’aggiornamento di ieri. Passano da 13.096 a 14.510 i campioni refertati.

Leggi anche La situazione in Emilia Romagna

"Siamo nella settimana di picco del Covid-19 e bisogna assolutamente stare in casa e muoversi il meno possibile". E' l'appello ai cittadini del sindaco di Reggio Emilia Luca Vecchi, che ha firmato oggi due ordinanze relative a parchi e mercati, per evitare inopportuni raggruppamenti di persone che potrebbero favorire il proliferare del virus. In particolare, per quanto riguarda i mercati sono sospesi fino al 3 aprile sia quelli giornalieri che settimanali che si svolgono sul territorio comunale, compresi quelli a carattere alimentare.

Le schede Le regole in casa per scarpe e vestiti – Il farmaco - PDF / Nuovo modulo per l'autocertificazione - Come capire se si è a rischio

"I mercati reggiani, non essendo né in strutture coperte, né svolgendosi su aree recintate, non consentono infatti il controllo dell'accesso e quindi la limitazione delle compresenze oggi necessaria. Per questo, a tutela della salute pubblica, non possono proseguire la loro attività", spiega il sindaco. Rispetto al tema dei parchi, "viste le diverse segnalazioni relative al protrarsi di situazioni di assembramento e raduno" sono interdetti, sempre fino fino al 3 aprile, i parchi Alcide Cervi (o parco Tocci), Santa Maria e Le Paulonie. "La scelta di chiudere i tre parchi reggiani dotati di cancelli – prosegue Vecchi - porta con sé un messaggio che spero i cittadini, in modo responsabile, comprendano e applichino: siamo nella settimana di picco del Covid 19, come affermato dal Commissario Venturi, e bisogna assolutamente stare in casa e muoversi il meno possibile". La Polizia locale "sta utilizzando i tre mezzi dotati di megafono per informare le persone che sono assolutamente vietati gli assembramenti e, qualora non bastasse nemmeno questo, verranno fatte le segnalazioni necessarie che porteranno ad altrettante denunce, ma mi auguro vivamente che tutto questo non debba accadere", aggiunge Vecchi.

Intanto, nel Reggiano sono stati allestiti 342 posti letto aggiuntivi, di cui 42 in terapia intensiva. E sarà attivo da domani, 18 marzo 2020, il servizio di consulenza che offre supporto psicologico in questa fase di emergenza da diffusione di contagi da Covid-19. Il servizio, che funziona tramite colloqui telefonici, ha l’obiettivo di favorire il contenimento di ansia e stress a partire dalla domanda dell’utente e offrire informazioni e suggerimenti su come prendersi cura di sé in queste settimane.

Per fruire del servizio i cittadini potranno chiamare il numero 0522 296555 dalle 7.30 alle 170 dal lunedì al venerdì, il sabato dalle 7.30 alle 13.00. Risponderà un operatore che inoltrerà la chiamata all’équipe psicologica per l’emergenza (EPE) dell’Azienda USL Irccs di Reggio Emilia. Il costo della chiamata è a carico del cittadino.

Il numero di psicologhe, che lavorano anche in modalità smart working, potrà essere implementato in relazione all’andamento delle richieste. Analoghi percorsi, con diverse modalità organizzative, sono stati attivati per offrire supporto agli operatori, ai cittadini affetti da Covidin isolamento e ai loro familiari.