Nel reggiano si arrivano a sfiorare i 930 decessi per Covid in totale. Ieri il bollettino ha riportato altre tre vittime, tutti uomini di 85, 86 e 91 anni, che erano residenti in città, dove i decessi salgono quindi a 322. Quanto alla situazione epidemiologica, scendono sotto quota duecento le persone positive segnalate...

Nel reggiano si arrivano a sfiorare i 930 decessi per Covid in totale. Ieri il bollettino ha riportato altre tre vittime, tutti uomini di 85, 86 e 91 anni, che erano residenti in città, dove i decessi salgono quindi a 322. Quanto alla situazione epidemiologica, scendono sotto quota duecento le persone positive segnalate nella giornata di ieri. Dei 168 casi in totale, 106 sono riconducibili a focolai già noti e 62 sono sporadici, quindi per ben oltre il 50% di essi è già stato possibile ricostruire la catena di trasmissione del virus. Allo stesso modo rimangono in maggioranza i casi asintomatici, ovvero quelli che avrebbero più facilmente potuto trasmettere il virus senza saperlo: 109, contro 59 sintomatici.

Sono 6 i nuovi positivi ricoverati in terapia non intensiva, nessun altro ricovero interessa invece le intensive Covid che rimangono ferme a 17 pazienti; per altre 162 persone è quindi iniziato il periodo di isolamento domiciliare.

Nella giornata di martedì sono state vaccinate 1055 persone, mentre per quella di ieri ne erano programmate 700. In Emilia-Romagna sono stati effettuati 15.800 tamponi in tutto, di cui 1178 positivi, l’ultima percentuale emiliano-romagnola di positività rilevata è quindi del 7.4.

Dei nuovi positivi regionali quasi 620 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali, 290 persone invece erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone e 361 casi sono stati individuati all’interno di focolai già noti. La provincia di Reggio è stata la seconda per aumento di casi, preceduta solo da Bologna dove sono emersi 205 nuovi positivi.