Quotidiano Nazionale logo
8 mag 2022

Il processo che svelò il volto della mafia al nord È stato un viaggio lungo più di sette anni

Fu un’alba che segnò un risveglio anche per la coscienza della nostra comunità, brusco e quantomai necessario. La maxioperazione ‘Aemilia’, scattata nelle prime ore del 28 gennaio 2015, prende il nome dal nostro territorio: allora scoprì di essere diventato una casa per la ‘ndrangheta, che qui aveva fondamenta solide e continuava a porre mattoni su mattoni. Dietro vi fu l’imponente lavoro investigativo della Dda di Bologna sugli allora 224 indagati: per 117 scattò l’arresto (più altri 46 richiesti a Brescia e a Catanzaro), a 54 veniva contestato il reato di associazione mafiosa. Tra arresti, perquisizioni e sequestri, furono un migliaio i carabinieri mobilitati tra Reggio, oltreché Modena, Parma e Piacenza, e non solo. Il procedimento di ‘ndrangheta che ne scaturì è, per numero di imputati, il primo nel centro Nord, ed è diventato solo da poco il terzo in Italia, dopo il maxiprocesso di Palermo e il recente ‘Rinascita Scott’ di Catanzaro. Qui a Reggio aveva sede un’associazione di ‘ndrangheta "autonoma" dalla casa madre calabrese di Cutro, seppur sempre collegata al boss Nicolino Grande Aracri: una "nuova articolazione periferica, la cosidetta locale", i cui vertici emiliani "decidevano le singole attività illecite per reperire denaro, versando alla cosca cutrese solo una parte dei proventi e non tutti, come sarebbe stato logico se vi fosse stata una cassa comune". È un passaggio chiave della sentenza della Cassazione, emessa il 25 ottobre 2018 per gli imputati che avevano scelto il rito abbreviato: 70 approdarono alla maxiudienza preliminare nel padiglione delle Fiere di Bologna, di cui 45 arrivarono poi al terzo grado. Le accuse formulate nell’inchiesta sono di associazione mafiosa, con il ricorso allla forza intimidatrice. Oltre a estorsione e usura, porto e detenzione illegali di armi da fuoco. Intestazione fittizia di beni, riciclaggio ed emissione di fatture false. La ‘ndrangheta si è infiltrata ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?