L'ambulanza alla Padana Tubi
L'ambulanza alla Padana Tubi

Guastalla (Reggio Emilia), 12 luglio 2019 - Soccorsi mobilitati poco prima delle sette di oggi alla ditta Padana Tubi di Guastalla (FOTO), agli stabilimenti della zona industriale di San Giacomo. Un operaio italiano di 46 anni è stato travolto agli arti inferiori da un pesante rotolo di acciaio, di circa due tonnellate, che era in fase di caricamento su un macchinario. Sono arrivati i vigili del fuoco per liberare l’operaio dal peso dell’acciaio, per poi essere affidato alle cure del personale sanitario, arrivato non solo con l’ambulanza della Croce rossa locale, ma anche con l’automedica dell’ospedale di Guastalla e con l’elisoccorso di Bologna, atterrato in un piccolo spazio nel cortile interno dell’azienda.

Sul posto sono arrivati anche i carabinieri della stazione di Guastalla e quelli del nucleo radiomobile, con la mobilitazione dei tecnici del Servizio di medicina del lavoro dell’Azienda sanitaria locale. Dopo le prime cure, l’operaio è stato trasferito in elicottero al Maggiore di Parma e ricoverato in rianimazione, in prognosi riservata. Per sensibilizzare la proprietà aziendale della Padana Tubi di Guastalla a una maggiore attenzione ai problemi della sicurezza e della salute sul luogo di lavoro, la Fiom Cgil ha proclamato uno sciopero di un’ora e mezzo per il turno mattutino e altrettanto per quello pomeridiano, con un’assemblea indetta d’urgenza all’esterno dell’azienda di via Roncaglio Superiore, vicino allo stabilimento in cui si è verificato il grave infortunio. Sono intervenuti i vertici della Camera del lavoro, i rappresentanti sindacali e il funzionario della Cgil, Emiliano Borciani, che ha sottolineato pure la mancata presenza di tutti i lavoratori in assemblea.