Quotidiano Nazionale logo
29 giu 2021

Mafia, Reggio tra le città più a rischio in Italia

Lo afferma la Banca d’Italia nel suo rappoto 2020 oltre che il report annuale della Guardia di Finanza

Agenti della Guardia di Finanza al lavoro durante un’indagine
Agenti della Guardia di Finanza al lavoro durante un’indagine
Agenti della Guardia di Finanza al lavoro durante un’indagine

Tra le province del centro-nord Italia con imprese “potenzialmente connesse a contesti di criminalità organizzata” Reggio Emilia è quarta in Italia dopo Roma, Milano e Brescia. Lo afferma la Banca d’Italia nel rapporto 2020 (pubblicato lo scorso 24 giugno) curato dal servizio di intelligence della Uif (Unità di Informazione Finanziaria per l’Italia). E’ uno dei dati segnalati dalla Cgil di Modena che, incrociato con quelli dell’attività svolta dalla Guardia di Finanza l’anno scorso (resi noti il 21 giugno) smorza gli entusiasmi per la ripresa economica in regione. Secondo il report delle Fiamme Gialle, infatti, sono 1097 le imprese emiliano-romagnole denunciate per reati fiscali, false fatture e contributi non versati a lavoratori. Quasi il 15% delle persone arrestate in tutta la penisola, inoltre, risiedevano sul territorio regionale. Infine, pur nel quadro di un anno segnato da un pesante calo occupazionale, si sono trovati 716 lavoratori totalmente non dichiarati. Sempre stando al bilancio della Gdf il fenomeno del riciclaggio, anticamera dell’economia malavitosa ed imparentata con le mafie, ha portato al sequestro di 105 milioni per evasione e truffe fiscali a cui si aggiungono 586 milioni tuttora oggetto di valutazione legale. Ci sono poi 314 milioni sequestrati per “riciclaggio di capitali illeciti” e accertamenti giudiziari antimafia a carico di 714 soggetti, per un ammontare di 288 milioni di beni e quote societarie proposte al sequestro. Per la Uif, invece, in Emilia-Romagna le operazioni di sospetto riciclaggio segnalate, sono state nel 2020 7.810. "Come dire 21,7 ogni giorno, domenica compresa", evidenzia il sindacalista modenese Franco Zavatti. Sul “podio nero” ci sono, in ordine, Bologna, Modena, Reggio Emilia e Parma. ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?