Quotidiano Nazionale logo
4 mag 2022

Montagna in lutto: è scomparsa Bice Gatti

Conosciuta come ‘la sarta del Tassobbio’, è mancata all’affetto dei suoi cari all’età di 93 anni. Domani mattina ci sarà il funerale

Bice Gatti in una foto insieme alla nipote Tatiana
Bice Gatti in una foto insieme alla nipote Tatiana
Bice Gatti in una foto insieme alla nipote Tatiana

È mancata all’affetto dei suoi cari all’età di 93 anni, Bice Gatti vedova Rolani. Ne danno il doloroso annuncio i figli Francesco e Mariarosa, la nuora Liliana, i nipoti Francesco, Paolo, Alberto, Titiana, Valentina, Veronica e Luca, i pronipoti, la sorella Aldegonda, i fratelli Giuseppe, Saverio e Gianni, cognate e cognati, nipoti, pronipoti ed amici.

Bice Gatti era molto conosciuta a Casina e in tutta la montagna come ‘la sarta del Tassobbio’, un mestiere che aveva imparato da ragazzina alla scuola di Giulia Maramotti, all’epoca in via Emilia. Poiché non amava lavorare in campagna al paese, a 16 anni nel 1944 Bice ha fatto la sua prima esperienza di lavoro a Bologna come pony express anteguerra: assunta da una famiglia titolare di una grande edicola, tutte le mattine alle ore 5, in qualsiasi condizioni di tempo, andava in via Roma dove aveva sede Il Resto del Carlino, prendeva i giornali e via in bicicletta per la consegna, soprattutto ai professionisti dell’epoca.

Poi arrivarono i bombardamenti anche a Bologna e allora Bice, che tanto amava la città emiliana, fu costretta a tornare a casa al paese di Leguigno. Nell’immediato dopoguerra alle donne dei paesi appenninici veniva offerta l’opportunità di imparare il mestiere di sarta che, oltre ad essere utile alla propria famiglia, permetteva anche di guadagnare qualche soldo. Bice Gatti andò quindi a Reggio alla scuola di taglio di Giulia Maramotti imparando davvero un mestiere. Raccontò in una recente intervista: "Col ricavato di tre cappotti cuciti durante l’inverno, riuscii aiutare mia suocere a parare un debito di 5.000 lire fatto per curare sua madre. Ne fui orgogliosa".

I funerali avranno luogo domani alle ore 9,30 con partenza dall’obitorio dell’ospedale Santa Maria Nuova per la chiesa parrocchiale di Leguigno di Casina dove alle 10,30 verrà celebrata la santa messa al cui termine il feretro sarà accompagnato al cimitero locale per la tumulazione. No fiori ma eventuali offerte al Grade. Questa sera alle 19,30 presso la chiesa di Rivalta verrà recitato il santo rosario di suffragio. I familiari ringraziano anticipatamente tutti coloro che parteciperanno alla cerimonia, uno in particolare al personale medico della medicina del Santa Maria Nuova.

Settimo Baisi

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?