Festa di nozze rovinata per una coppia (foto d'archivio)
Festa di nozze rovinata per una coppia (foto d'archivio)

Reggio Emilia, 9 ottobre 2019 - Fiori d'arancio amari per gli sposini. Avevano sbagliato i conti sperando di coprire i costi della cerimonia nuziale con le "buste" ricevute dagli invitati ma alla fine, invece degli auguri, sono arrivati i carabinieri. Questo l'epilogo di una giornata di festa - sicuramente indimenticabile per ospiti e sposi - celebrata a Sant'Ilario in provincia di Reggio Emilia, che si è conclusa con una giovane coppia della provincia di Modena finita nei guai. Con l'accusa di insolvenza fraudolenta sono stati denunciati alla Procura reggiana un 30enne e la giovane sposa di 22 anni.


L'impegno preso dai due a saldare gli oltre 3.000 euro rimanenti dal conto del pranzo nuziale non è stato onorato, motivo per cui il ristoratore ha formalizzato la denuncia. L'episodio risale alla fine di settembre quando il titolare del locale, terminata la festa, ha chiamato il 112 dopo aver rilevato l'ammanco, senza alcuna garanzia di ristoro da parte dei novelli sposi.

Con i Carabinieri i giovani hanno tentato di giustificarsi sostenendo che non erano bastati i soldi dei regali di nozze, impegnandosi tuttavia a pagare il dovuto nel più breve tempo possibile. Poiché a distanza di tempo ciò non è avvenuto, il ristoratore ha deciso di sporgere denuncia.