Premio Paolo Borciani. Quartetto Fibonacci primo

Si è concluso domenica sera al teatro Valli il Concorso Internazionale . L’ensemble come prova finale ha eseguito ’La morte e la fanciulla’ di Schubert. .

Premio Paolo Borciani. Quartetto Fibonacci primo

Premio Paolo Borciani. Quartetto Fibonacci primo

Vincitore del Premio Borciani 2024 è il Quartetto Fibonacci, che come prova finale ha eseguito in maniera superba e coinvolgente ’La morte e la fanciulla’ di Franz Schubert. Il XIII Concorso Internazionale per Quartetto d’Archi e la giuria – presieduta da Sonia Simmenauer – ha dunque assegnato il primo premio di 25mila euro al Quartetto Fibonacci (Gran Bretagna/ Spagna) il secondo premio di 10mila euro al Quartetto Eden (Corea del Sud) e il terzo premio di 5mila euro al Quartetto Elmore (Gran Bretagna). Al Quartetto Ast va il Premio Speciale di 3mila euro per la migliore esecuzione di Quartetto n. 4 ’Natura smarginatura’, nuova composizione commissionata al compositore Gérard Pesson, presente per l’intera durata del concorso e in sala nella serata conclusiva di premiazione, la scorsa domenica. Il Premio del Pubblico. di 2mila euro è stato attribuito al Quartetto Fibonacci, la borsa di studio del valore di 6mila euro, offerta dalla Jeunesses Musicales Deutschland, è andata invece al Quartetto Eos, unica ensemble italiana in concorso. Il premio Under 20, di mille euro, è stato assegnato al Quartetto Eden. La giuria ha inoltre attribuito una menzione speciale al Quartetto Areté (Sud Corea) per l’unicità della voce dimostrata nelle prime tre prove del Premio Borciani. L’ensemble è stato costretto a ritirarsi dopo la terza prova per un problema di salute di uno dei componenti. Inoltre la Fondazione I Teatri e ProQuartet Centre Européen de Musique de Chambre hanno comunicato che sosterranno il quartetto Areté in questo complicato momento. La giuria è stata presieduta da Sonia Simmenauer, artist manager, e vi hanno fatto parte la violinista Lorenza Borrani (Italia), i violisti Kim Kashkashian (Usa) e Garth Knox (Irlanda), i violoncellisti Jonas Krejci (Repubblica Ceca, Pražák Quartet) e John Myerscough (Inghilterra, Doric String Quartet), il violinista Abel Tomàs (Spagna, Cuarteto Casals). Francesco Filidei è responsabile musicale del Premio. Grande musica anche dopo la fine del Premio: il 28 giugno a Votigno di Canossa ci sarà il Quartetto Goldberg e il 30 giugno al Castello di Rossena il Quartetto Chaos (i concerti hanno inizio alle 20).

Stella Bonfrisco