La sala operativa della Brigade criminelle
La sala operativa della Brigade criminelle

Reggio Emilia, 20 ottobre 2021 - La tanto attesa decisione oggi non è arrivata. La Chambre de l'Instruction della Corte d'Appello di Parigi ha deciso di rinviare ulteriormente l'udienza, al 27 ottobre alle 14, la decisione sull'estradizione in Italia di Danish Hasnain, lo zio 33enne di Saman Abbas. A darne notizia è l'Ansa.

L'uomo è ritenuto l'esecutore materiale del delitto d'onore della 18enne pachistana della quale non si hanno notizie da inizio maggio scorso col presunto cadavere mai ritrovato. Danish era stato arrestato il 23 settembre scorso, dopo oltre quattro mesi di latitanza, dalla polizia francese in un sobborgo della polizia parigina. Deve rispondere delle accuse di sequestro, lesioni e omicidio premeditato in concorso con i genitori di Saman (ricercati in Pakistan) e due cugini della giovane (uno latitante e uno ristretto in carcere a Reggio dopo essere stato arrestato a fine maggio sempre in Francia e poi estradato). 

La Corte - si legge sempre nel lancio d'agenzia - ha accolto la richiesta della difesa di Danish (un avvocato transalpino nominato d'ufficio) di avere più tempo per analizzare documenti supplementari inviati dalla giustizia italiana e la cui traduzione in francese era disponibile solo da ieri. 

Dunque si dovrà attendere altri sette giorni per conoscere la decisione. La Procura reggiana spera di avere al più presto Danish al fine di interrogarlo. I magistrati cercheranno di convincerlo a raccontare i fatti anche se lo stesso uomo due settimane fa, davanti ai giudici francesi per l'udienza di convalida dell'arresto, aveva negato ogni addebito.