La piena dell'Enza al ponte di Sorbolo
La piena dell'Enza al ponte di Sorbolo

Reggio Emilia, 13 maggio 2019 – Cominciano a calare i livelli dei corsi d’acqua nel Reggiano: Enza, Crostolo, ma soprattutto Secchia e Tresinaro, monitorati speciali durante l’intera notte per il rischio di esondazioni. La piena passa verso il Modenese, dove sono stati chiusi diversi ponti che collegano anche al territorio reggiano. La chiusura precauzionale dei ponti a nord di Rubiera, sul Secchia, hanno inevitabilmente portato dei disagi al traffico anche nel Reggiano, essendo qui gli unici passaggi aperti per recarsi verso Modena.

Il ponte della via Emilia a Rubiera è regolarmente transitabile. In alcuni paesi del Modenese, nelle zone più vicine al corso del Secchia, i residenti sono stati invitati a restare ai piani alti delle abitazioni. Alcune zone più a rischio sono state evacuate e gli argini costantemente monitorati dalla Protezione civile. A Brescello in mattinata è stato aperto il Coc, il Centro operativo comunale, per monitorare il passaggio della piena, che al momento non desta preoccupazione visto che il livello dell’Enza è in calo e l’argine da poco rifatto a Lentigione non viene neppure sfiorato dall’acqua. Regolarmente aperto il ponte a Sorbolo. Il Po ha iniziato a salire di livello, ma restando ben distante dalle quote di guardia.  E’ stata una notte di lavoro per Protezione civile ed enti preposti al controllo dei livelli dei corsi d’acqua a causa delle condizioni meteo

Leggi anche Maltempo, alberi caduti e tettti danneggiati