Johnson-Odom, protagonista del match (foto Lapresse)
Johnson-Odom, protagonista del match (foto Lapresse)

Reggio Emilia, 31 marzo 2019 - Seconda vittoria consecutiva della Grissin Bon che supera con una partita di qualità, e di squadra, Brindisi; e approfittando della contemporanea sconfitta di Pistoia mette quattro punti tra sé e i toscani, facendo un passo fondamentale verso la salvezza.

In una gara dove a prevalere, come detto, è stato il collettivo biancorosso, match-winner risultano il nuovo arrivato Johnson-Odom, un ottimo Allen e il reggiano Federico Mussini. Avvio di gara equilibrato: da una parte Aguilar, dall’altra i vari Usa salentini, si mettono in evidenza. A metà frazione il tabellone recita: 9-7. Un tonico Allen con un paio di “bombe” scriteriate ma efficaci propizia il primo allungo di serata che porta la Grissin Bon sul +8 (20-12) al 9’e a chiudere con la doppia cifra di margine il periodo. Nel secondo quarto l’Happy Casa abbozza una reazione, ma i canestri di Dixon e Mussini la contengono; tanto è vero che al 5’ i padroni di casa hanno ancora nove lunghezze di vantaggio: 37-28. Nei minuti finali, complici diversi errori biancorossi, specie in fase offensiva, Brindisi trova l’abbrivio giusto per tornare a contatto, il tiro da 3 di Banks manda poi tutti all’intervallo lungo sul 44-42.

Al ritorno sul parquet la Pallacanestro Reggiana prova a riprendere in mano l’inerzia del confronto e con Cervi, ben imbeccato dai playmaker, e il nuovo arrivato Johnson-Odom, pare riuscirci trovando, al 6’, il massimo vantaggio: +11, 60-49. La truppa di Vitucci però è brava a rientrare di nuovo, sfruttando l’atletismo di Wojciechowski e un altro inopinato momento di pausa di Allen e compagni. Approcciando gli ultimi 10’ sotto di quattro (64-60).

I ragazzi di Pillastrini aprono bene il periodo con un secco 6-0 che li riporta a +10. Vitucci chiama prontamente time-out e i pugliesi arrestano ancora una volta l’ondata biancorossa mostrando di avere tutta l’intenzione di non mollare. Ma è uno scatenato Johnson-Odom a tenere a distanza gli avversari. Brindisi non molla comunque la presa sino al funambolico canestro, con fallo subito e libero realizzato, di Mussini che a un minuto dalla sirena chiude di fatto la contesa.

 

Il tabellino

GRISSIN BON REGGIO EMILIA – HAPPY CASA BRINDISI 82-76

GRISSIN BON: Mussini 11, Allen 20, Dixon 9, Candi, Aguilar 11, Gaspardo 7, Johnson-Odom 14, Cervi 8, Ortner 2, Llompart, De Vico. N.e.: Vigori. All.: Pillastrini

HAPPY CASA : Banks 25, Rush 12, Gaffney 4, Zanelli 2, Moraschini 2, Clark 3, Wojciechowski 16, Chappell 7, Brown 5, N.e.: Cazzolato, Taddeo, Orlandino. All.: Vitucci

Arbitri: Tolga Sahin, Luca Weidmann, Alessandro Nicolini

Parziali: 22-12,44-42, 64-60

Note: tiri da 3: Grissin Bon 11/23, Happy Casa 8/24, tiri liberi: Reggio Emilia 10/25, Brindisi 8/10.