Cattolica (Rimini), 30 marzo 2019 - Dinner in the Sky (video) cala il tris. Sono infatti tre i cuochi di fama nazionale pronti a salire a 50 metri d’altezza per deliziare il palato dei partecipanti al nuovo format esclusivo, che debutterà ufficialmente a Cattolica il 20 aprile, e resterà dino al 5 maggio (AGGIORNAMENTO: inaugurazione rimandata). Tre assi dei fornelli che rappresentano altrettante stelle nel firmamento della cucina italiana: Gianpaolo Raschi, chef del ristorante ‘Da Guido’ di Rimini (una stella Michelin), che curerà pranzo e cena della giornata inaugurale (20 aprile); Valerio Braschi, il giovanissimo talento di Santarcangelo vincitore dell’edizione numero 6 di MasterChef (il 27 aprile a cena); infine Diego Bongiovanni, chef de ‘La Prova del Cuoco’ e maestro dello show cooking.

Il pranzo e le cene in compagnia dei tre cuochi-vip stanno già facendo registrare un boom di richieste provenienti da tutta Italia: a cominciare da Emilia – Romagna (boom di richieste da Bologna, Modena, Ferrara e Ravenna) e Marche (Pesaro e Ancona), ma anche Campania, Sardegna, Sicilia e Valle d’Aosta. C’è, insomma, chi è disposto a percorrere centinaia di chilometri pur di vivere un’esperienza da ‘brivido’, che unisce piatti gourmet al panorama mozzafiato della Riviera Adriatica. Viaggiano invece verso il ‘tutto esaurito’ gli aperitivi a 50 metri di altezza, che si svolgeranno ogni giorno (dal 20 aprile al 5 maggio) alle 18. Previsti sconti e offerte speciali per coppie e gruppi.

Il format ‘Dinner in the sky’, marchio ideato da David Ghysels, sbarcherà il mese prossimo a piazza del Tramonto di Cattolica, dopo aver già lasciato con il naso all’insù il pubblico di tutto il mondo: da Las Vegas a Bruxelles, dalla Florida al Canada, dall’Australia a Panama. Dinner in the Sky è una struttura sostenuta da una gru da 120 tonnellate, che ospita 22 commensali comodamente seduti intorno al tavolo e uno staff di 4 persone al suo centro: uno chef, due camerieri e un tecnico. L’evento può coinvolgere anche centinaia di partecipanti, grazie a un parterre con gazebo per intrattenere a terra gli ospiti mentre attendono il loro turno per salire a brindare.

I commensali arrivano sul posto almeno 30 minuti prima, accolti delle hostess che ne effettuano la registrazione prima di accompagnarli nella zona ‘hospitality’ per un aperitivo di benvenuto. Successivamente vengono accompagnati due alla volta alla piattaforma dove vengono allacciati ai sedili, in stile Formula 1, dal personale di sicurezza. Una volta che tutti hanno preso posto, inizia un countdown di 10 secondi per salire in cielo all’altezza di 50 metri dove si svolge l’evento che dura mediamente 2 ore se si tratta di una cena, 1 ora e 20 per il pranzo e 45 minuti per l’aperitivo.

Tre i menù da poter scegliere: pesce, carne e (su richiesta) vegetariano. Dietro il lancio italiano di ‘Dinner in the Sky’ c’è Stefano Burotti, imprenditore di Riccione che si occupa da anni di eventi, diventato concessionario in esclusiva per l’Italia del brand ideato da Ghysels. “Da romagnolo, non potevo desiderare location migliore per dare ufficialmente inizio a questa avventura – dichiara –. Ringrazio il Comune di Cattolica, per l’opportunità che ci è stata concessa, e i nostri partner: Maurizio Arduini di ‘Birra Viola’ ed Ermanno Michelotti, designer e titolare di KitchenHouse.it Per questo evento ha disegnato una nuova linea di cucine, ‘Easy Green by KitchenHouse.it’, in collaborazione con AEG, con cui verrà presentata in anteprima. Il pubblico, per ora, sta reagendo con grandissimo entusiasmo alla novità e ogni giorno arrivano email o telefonate da ogni parte d’Italia. Essere riuscito a coinvolgere tre chef di chiara fama è per me motivo di grande orgoglio: sono sicuro che, con le loro ricette, Raschi, Braschi e Bongiovanni sapranno aggiungere un tocco di classe all’intera esperienza”.

INFO - Le prevendite degli eventi Dinner in the Sky sono disponibili su: dinnerinthesky.it Per informazioni e prenotazioni: +393277370492 / info@dinnerinthesky.it

PREZZI - I prezzi variano da 50 euro per l'apertivo (difficilissimo trovare posto), ai 110 per il pranzo fino ai 160 euro per le cene. Le cene 'firmate', invece, costano di più: quelle dello chef Diego Bongiovanni volano a 185 euro, quella di Gianpaolo Raschi sta tra i 180 e i 250 euro e quella di Valerio Braschi costa 250 euro.