Un intero viale trasformato in una discarica. Ieri, di primo mattino verso le 7, le prime persone che hanno imboccato viale Dante a Riccione si sono trovati davanti una distesa di rifiuti. È stato il culmine di una delle notti brave nei viali della zona mare come da tempo denunciano commercianti e operatori turistici. Ma questa volta i vandali non si...

Un intero viale trasformato in una discarica. Ieri, di primo mattino verso le 7, le prime persone che hanno imboccato viale Dante a Riccione si sono trovati davanti una distesa di rifiuti. È stato il culmine di una delle notti brave nei viali della zona mare come da tempo denunciano commercianti e operatori turistici. Ma questa volta i vandali non si sono limitati a sporcare vetrine o danneggiare quanto gli capitava a tiro. Hanno messo nel mirino i sacchi dell’immondizia che i titolari delle attività avevano riposto fuori dalle stesse all’ora di chiusura durante la notte, in attesa che passasse il servizio di raccolta rifiuti di Hera.

Prima che arrivassero i camioncini al mattino ecco che i soliti ignoti hanno spaccato e disperso i rifiuti lungo il viale soprattutto nella parte carrabile dove le auto avrebbero dovuto calpestarli al passaggio creando così ancor più sporcizia e rendendo la pulizia complicata. Dopo le prime segnalazioni sul viale si sono precipitati gli operatori del servizio per evitare lo spettacolo ai turisti che si sarebbero svegliati per recarsi in spiaggia. Il cielo grigio ha rallentato la fuga dagli hotel e questo ha consentito di ripulire il viale già in mattinata. "Sono atti da condannare - premette Giuseppe Lo Nero, presidente del comitato di viale Dante -. Ma è stato anche un errore da parte di quelle attività che hanno messo i sacchi di rifiuti in strada in un orario in cui non dovevano starci. C’è un calendario ben preciso da rispettare per la raccolta rifiuti ed a quello bisogna attenersi anche se questo significa tenersi per qualche ora i rifiuti nella propria attività. Meglio evitare rischi visto quanto accaduto. Ho chiesto agli associati di segnalare quelle attività che continueranno a mettere rifiuti in strada in orari sbalgiati".

a. ol.