"San Clemente fa sul serio e investe ancora di più nell’Unione, ma questi sei mesi saranno cruciali per il futuro dell’ente". Lo dice il sindaco Mirna Cecchini, che aggiunge: "San Clemente non ha modificato la propria opinione sull’utilità dell’ente per il futuro delle comunità del nostro territorio. Il conferimento di due nuove e importanti funzioni, relative al SUE (Edilizia Privata) e al Controllo di Gestione, rappresentano per i prossimi sei mesi - e questo aspetto voglio ben sottolinearlo - un vero e proprio spartiacque da cui ripartire. Occorre aprire da subito la fase del percorso comune e condiviso per l’effettivo rilancio dell’Unione attraverso la rivitalizzazione istituzionale dell’Ente entro il 31 dicembre 2020. Ossia sburocratizzando il centro decisionale, attuando il chiarimento nella gestione dei rapporti economici e l’aggiornamento delle convenzioni per la gestione dei servizi associati tenuto conto dell’evoluzione dei tempi ".