I carabinieri cercano il bandito (foto d'archivio)
I carabinieri cercano il bandito (foto d'archivio)

Rimini, 11 ottobre 2020 - E stato messo in fuga dagli insulti della farmacista che non si è fatta intimorire né da lui, né tanto meno dal coltello che aveva estratto per minacciarla. Rapina andata a male per il bandito che ieri mattina ha cercato il colpo a sorpresa, in pieno centro, in corso D’Augusto. L’uomo aveva aspettato che non ci fosse nessun cliente all’interno della farmacia per poter agire indisturbato.

Era convinto che gli potesse bastare un coltello per spaventare la farmacista e farsi consegnare il denaro, ma non sapeva di sbagliarsi di grosso. Erano le 10,30 di ieri mattina quando un uomo, con tanto di cappello in testa, occhiali da sole e mascherina è entrato nella farmacia Duprè, nel cuore di Rimini centro, in corso D’Augusto. Il bandito si è presentato di fronte all’unica farmacista che, in quel momento, si trovava all’interno. A dividere i due c’era però, in questi tempi di Covid 19, una struttura in plexiglass. L’uomo, con la bocca coperta dalla mascherina, ha bofonchiato qualcosa, una frase veloce come "Dammi i soldi", poi ha estratto un coltello per tentare di essere ancora più convincente.

Non si aspettava di certo la reazione della donna che, invece di farsi prendere dal panico, ha avuto una reazione veemente. La farmacista, infatti, ha iniziato a insultare il bandito, dicendogliene quattro ed urlando. Il rapinatore, sorpreso dalla veemenza della donna, non ha potuto far altro che girare di corsa i tacchi e andarsene. Ovviamente a mani vuote. Sul posto è immediatamente arrivata una pattuglia dei carabinieri che si è messa subito alla ricerca del rapinatore mancato, ma armato di coltello.