Il fondatore dell’azienda, Oliviero Muccini, scomparso due anni fa, con la figlia Monica
Il fondatore dell’azienda, Oliviero Muccini, scomparso due anni fa, con la figlia Monica

Rimini, 29 giugno 2020 - "Oliviero is Beautiful". Erano gli anni Novanta, il centro commerciale fondato da Oliviero Muccini si espandeva a ritmi vertiginosi e diventava famoso in tutta Italia grazie agli spot con Ronn Moss, il Ridge di Beautiful . Altri tempi. Per la storica azienda di Misano, fondata nel 1977, sono arrivati i titoli di coda. "Oliviero is closed": Oliviero chiude. O meglio chiuderà tra un paio di mesi. Così ha deciso la figlia del fondatore, Monica Muccini, che due anni fa, in seguito alla scomparsa del padre, ha preso le redini dell’azienda.
 

La crisi dei consumi provocata dall’emergenza Covid-19 è stata determinante nella scelta della chiusura. "E’ una decisione molto sofferta, ma a cui stava già pensando mio padre, prima di lasciarci – racconta Monica Muccini – Lo sviluppo che in questi anni abbiamo cercato di portare avanti per l’azienda si è scontrato con uno scenario molto difficile per tutto il commercio, e con le grandi sfide che sono necessarie per competere a livelli di eccellenza".

Se è vero che Oliviero è stato tra i primi a credere nello shopping online, la concorrenza dei colossi del settore (Amazon e non solo) ha inferto un duro colpo. Poi è arrivata la pandemia, che ha dato il colpo di grazia. "Per noi – continua la Muccini – non c’è momento più corretto per concludere la nostra storia imprenditoriale. E’ una storia che ha fatto epoca, e che vede ancora oggi l’azienda solida, in regolare produttività. Questo ci permetterà di offrire ogni tutela possibile ai nostri dipendenti, che sono parte del successo della nostra azienda".

Sono tanti i dipendenti di Oliviero: 58. Molti di loro hanno famiglia e vivono proprio a Misano, dove Muccini ha fondato il suo impero, partendo da un piccolo negozio e poi realizzando (negli anni ’80) il grande stabilimento sulla Statale 16, di fatto uno dei primi centri commerciali del Riminese.
 

La famiglia Muccini, che è proprietaria non solo dell’azienda e del marchio ma anche dello stabile, spera che arrivi qualche offerta in questi mesi. "Valuteremo attentamente ogni proposta che ci verrà fatta".

Con l’obiettivo di ricollocare così i lavoratori attuali dell’azienda. Se non tutti, almeno una parte. Intanto da oggi parte la svendita totale su tutti gli articoli di Oliviero, dagli abiti da sposa e da cerimonia all’abbigliamento in genere, dallo sport agli accessori e agli articoli per la casa.

"Siamo certi – conclude la Muccini – che tanti nostri clienti affezionati, e non solo loro, verranno a trovarci in queste settimane per approfittare degli sconti". Il periodo di svendita andrà avanti almeno un paio di mesi, poi a settembre Oliviero chiuderà definitivamente.

"Che cosa accadrà dopo non lo sappiamo, ma la nostra porta è aperta. Vaglieremo ogni proposta", conclude la Muccini.