Le violenze verbali stavano per degenerare nell'incendio dell'auto della vittima
Le violenze verbali stavano per degenerare nell'incendio dell'auto della vittima

Rimini, 27 agosto 2018 - Alle prime luci dell'alba i carabinieri hanno dato esecuzione a un ordine di custodia cautelare, ai domiciliari, nei confronti di un 29enne riminese, accusato di perseguitare da mesi la ex compagna.

Dopo aver lasciato il fidanzato, la donna ha infatti subito minacce quotidiane, sparse fra migliaia di messaggi e telefonate. E c'è di più, perché il giovane è addirittura arrivato al punto di presentarsi sotto casa dell'ex per suonare il campanello e svegliarla ogni notte.

L'ultimo episodio e più grave episodio si è poi verificato quando il 29enne ha tentato di dar fuoco all'auto della ragazza dopo averla cosparsa di benzina, per fortuna senza riuscire nel suo intento.

La donna infine ha trovato il coraggio di denunciare tutto ai Carabinieri che, in seguito a un'indagine lampo, hanno chiesto e ottenuto dal Gip il provvedimento cautelare eseguito questa mattina.