Quotidiano Nazionale logo
12 mag 2022

Rovigo, l'Ulss 5 Polesana per la Giornata internazionale dell'infermiere

Simionato: "L’impegno delle tante donne e uomini presenti ogni giorno nei nostri ospedali, sul territorio, nei centri di servizi fa davvero la differenza"

agnese casoni
Cronaca
Infermieri
Infermieri

Rovigo, 12 maggio 2022 - La salute globale delle persone, il tema chiave per la giornata internazionale dell’infermiere, che si celebra nella giornata di oggi. Un giorno per ricordare, in tutto il mondo, questa professione che svolge un ruolo fondamentale, perno insostituibile in ogni ambito assistenziale. Un servizio che viene assicurato e offerto quotidianamente, con generosità, senso di partecipazione e di missione, ma che si è distinto soprattutto per la sua abnegazione durante la Pandemia da Covid 19. “Questo appuntamento rappresenta l’occasione per ribadire il ruolo centrale della figura professionale all’interno del sistema sanitario nazionale, regionale e nella nostra azienda - ha commentato Patrizia Simionato, direttore generale dell’ Ulss 5 Polesana -. L’impegno delle tante donne e uomini presenti ogni giorno nei nostri ospedali, sul territorio, nei centri di servizi fa davvero la differenza. Una presenza unica in termini di solidarietà e collaborazione, con pazienti e famiglie”. Nei mesi di emergenza sanitaria, ma anche durante la ripresa, proprio l’infermiere è stata una delle figure sanitarie più ricercate e difficile da trovare, da ospedali e case di riposo.

“L’Azienda Uls ha espletato numerosi avvisi e concorsi per acquisire questa preziosa professionalità - ha proseguito Simionato -, per integrare le figure professionali già presenti e garantire una assistenza sempre più qualificata e aderente alle necessità dei pazienti in un periodo estremamente difficile, come quello dell’ultimo biennio”. Al momento attuale sono 1.347 gli infermieri che prestano la loro attività nei diversi servizi del territorio. “Ringrazio i nostri professionisti, che ogni giorno lavorano in maniera consapevole, autonoma e responsabile, promuovendo la cultura del prendersi cura, dell’accoglienza e della sicurezza dei pazienti - ha proseguito -. Essi rappresentano un patrimonio di professionalità, impegno, dedizione ai quali oggi e sempre corre il mio pensiero e la mia gratitudine”. 

Un ruolo spesso sottovalutato da chi non conosce la professione, ma strategico per i molti servizi che va a garantire. “La prevenzione delle malattie, l'assistenza di persone malate e con disabilità l'educazione terapeutica, lo studio, ricerca e la didattica sono solo alcuni degli ambiti in cui il professionista infermiere svolge la sua attività - ha aggiunto Alberto Rigo, direttore sanitario -. Attività strategica negli ospedali, nei reparti di degenza e negli ambulatori, nei servizi di emergenza territoriale, nelle strutture per pazienti post acuti, centri di assistenza per disabili e negli Hospice, nei servizi sanitari territoriali, domiciliari e ambulatoriali, in casa circondariale e presso associazioni umanitarie”. L’Azienda Ulss 5 Polesana accoglie al suo interno due Corsi di Laurea in Infermieristica, con 456 studenti frequentati: presso l’ospedale di Adria per l’Ateneo di Ferrara e presso la Cittadella Socio Sanitaria per quello di Padova. Obiettivo futuro degli Atenei è ampliare il numero delle iscrizioni, per offrire opportunità aggiuntive di  formazione ai giovani.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?