Sanremo, 4 dicembre 2021 - All'ora del Tg Amadeus svela alcuni 'segreti' del suo Sanremo 2022. Come avevamo anticipato, ci sarà anche Gianni Morandi, il bolognese forse più noto - e amato - d'Italia. E in questa edizione in gara si presenta anche Massimo Ranieri, in una competizione che ai non più giovanissimi ricorderà le sfide canore tra i due cantanti negli anni '60-'70. E sempre in tema di grandi glorie della canzone, al Festival partecipa anche Iva Zanicchi, emiliana romagnola doc essendo di Ligonchio (Reggio Emilia). Con loro il giovanissimo idolo delle teenagers Sangiovanni, nuova popstar vicentina che con Malibù ha scalato tutte le classifiche.

Sanremo 2022, tra i big Morandi, Zanicchi e Santangelo

Ecco i nomi dei 22 big di Sanremo 2022 

Achille Lauro
Michele Bravi
Iva Zanicchi
Rkomi
Fabrizio Moro
Irama
Mahmood e Blanco
Giusy Ferreri
Giovanni Truppi
Emma
Aka7even
Dargen D'Amico (rapper 41enne con 9 dischi all'attivo)
Gianni Morandi
Ditonellapiaga (Margherita Carducci, classe 1997) e Donatella Rettore
Elisa (vincitrice nel 2001 con Luce (Tramonti a nord est)
Noemi
Highsnob (il rapper MIchele Matera) e HU (Federica Ferraguti, classe 1994, cantante e polistrumentista)
Le Vibrazioni
Sangiovanni (arrivato secondo all'ultima edizione di Amici)
Massimo Ranieri
La Rappresentante di Lista
Ana Mena (cantante e attrice spagnola)




















Amadeus ha voluto scoprire le carte stasera, con oltre dieci giorni di anticipo sulla prevista data del 15 dicembre, dopo aver chiesto ed ottenuto una modifica al regolamento del Festival per poter procedere, forse infastidito dalle troppe anticipazioni in circolazione da settimane, spesso non veritiere.

I titoli dei brani che verranno presentati in gara al Festival dall'1 al 5 febbraio verranno invece annunciati durante la diretta della finale di Sanremo Giovani, su Rai1 il 15 dicembre. La serata incoronerà anche i due giovani vincitori, che gareggeranno direttamente tra i Big in febbraio. In tutto, dunque, a contendersi la vittoria a febbraio saranno 24 artisti, senza suddivisioni in categorie.

Morandi: canto una canzone di Jovanotti

Il Gianni nazionale, molto attivo sui social, ha subito postato su Facebook il suo commento, corredato da una foto con Jovanotti: "Sono molto felice di tornare in gara al Festival di Sanremo. - scrive Morandi - Canterò una canzone scritta per l’occasione da Lorenzo Jovanotti. Il suo entusiasmo, la sua generosità, la sua allegria e la sua amicizia, mi hanno contagiato e convinto a proporre la mia partecipazione. Ringrazio Amadeus che ha scelto anche la nostra canzone fra le 22 che saranno in gara. Sono entusiasta, emozionato come un debuttante"

 

I tre big che sfidano i giovani

Sul palco dell'Ariston tornano quindi tre cantanti che hanno fatto la 'storia' del festival: Gianni Morandi, Massimo Ranieri e Iva Zanicchi, già vincitori di passate edizioni. Zanicchi, che compirà 82 anni il prossimo gennaio, ha partecipato al Festival 10 volte, classificandosi in 3 occasioni al primo posto: nel 1967 con 'Non pensare a me', in coppia con Claudio Villa, nel '69 con 'Zingara', interpretata con Bobby Solo, e nel '74 con 'Ciao cara come stai'. 
Morandi, 77 anni tra qualche giorno, ha trionfato al festival (al quale ha partecipato 6 volte come cantante e 2 come conduttore) nel 1987 con 'Si può dare di più', interpretata con Umberto Tozzi ed Enrico Ruggeri. 
Quanto a Massimo Ranieri, si tratterà della sua settima partecipazione a Sanremo: la prima risale al 1968, con 'Da bambino', e la più importante è stata quella della vittoria nel 1988 con 'Perdere l'amore', brano reinterpretato sul palco dell'Ariston nel 2020 in un duetto con Tiziano Ferro in una serata dedicata agli ospiti. 
 


In gara Sangiovanni, chi è la popstar di Vicenza

Sangiovanni, cantautore: arriva dal talent Amici (Ansa)

In tra i big anche Sangiovanni, la nuova popstar della musica italiana che ha avuto oltre cento milioni di streaming con la sua 'Malibù, il brano più ascoltato del 2021 sia su Spotify che su Apple Music.
Diciassette dischi di platino e un oro per il progetto omonimo 'Sangiovanni' (Sugar), l'esordio discografico che lo ha certificato artista dell'anno. "Sei sempre santo tu! Non fai mai niente di male!". Così la madre gli ha ispirato inconsapevolmente il nome d'arte, per tutte quelle volte in cui Sangiovanni ha inseguito le montagne russe delle sue emozioni, tra testa e cuore, sogni, paure ed incertezze del sentirsi diverso in un paese di poco piu' di tremila abitanti della campagna veneta. Scrivere è sempre stato lo spazio dove riconoscersi e trovare il modo di esprimersi. 
Ha iniziato a sedici anni quando ha incontrato Madame, compagna di scuola che frequentava lo stesso piccolo studio di registrazione di Vicenza del producer Bias: "Quando ho cominciato a fare musica, Madame è stata la prima persona a credere in me, mi ha scoperto, mi ha insegnato molto e mi ha aiutato, sempre", ha detto. L'amicizia con Madame ha preso la forma di una canzone in 'Perso nel buio', collaborazione uscita a metà novembre in cui i due artisti multiplatino dialogano intensamente sullo stato di fragilita' emotiva di Sangiovanni, dovuto alla velocità con cui la sua vita è cambiata e che lo hanno fatto sentire confuso e vulnerabile.