Quotidiano Nazionale logo
4 mag 2021

VeronaFiere: da giugno prende il via la Motor Bike Expo

È il primo Salone internazionale a riaprire, in presenza, in Italia, dopo la pausa imposta dalla pandemia, e si terrà nello spazio fieristico della città da venerdì 18 a domenica 20 giugno

Una moto del marchio Guzzi che torna nel trofeo Fast, Venezia, 18 grnnaio 2019. ANSA/MARIO POLI
Motorbike Expo

Verona, 4 maggio 2021 - A giugno riparte il sistema fieristico nazionale e lo fa attraversando proprio la città di Verona, salutata dal rombo di centinaia di moto. Motor Bike Expo è il primo Salone internazionale infatti a riaprire in Italia, in presenza, dopo oltre un anno di pausa imposta dalla pandemia. La manifestazione di riferimento per il mondo delle moto personalizzate si riunisce quindi a VeronaFiere da venerdì 18 a domenica 20 giugno

Dopo un primo rinvio a maggio, Motor Bike Expo torna in pista, pronta per la sua 13° edizione dove poter ammirare moto uniche provenienti dai garage di tutto il mondo e customizzate da preparatori di fama internazionale. L’evento, in collaborazione con Federazione motociclistica italiana, dei moto club e di Federmoto, raccoglie le case motociclistiche più di successo, insieme ai produttori di accessori, ricambistica e abbigliamento.

Zaia: “Un mezzo riscoperto nel post lockdown” 

"La moto è uno dei mezzi più utilizzati per scoprire le bellezze di un territorio, oltre ad essere una soluzione di mobilità urbana con la quale oggi moltissimi scelgono di viaggiare - ha detto il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia -. Un mezzo riscoperto nel post lockdown e un mercato che, nel corso del 2020, ha affrontato la crisi a testa alta e senza alcun sostegno”. E ancora: “Non si tratta di una moda quindi, ma di una passione che spesso nasce da lontano - ha aggiunto il presidente -. Penso a tante storie imprenditoriali di successo, alcune presenti anche nella nostra regione, simbolo di un mondo che continua a progettare, sviluppare e produrre in proprio i motori che equipaggiano le moto di serie, fino a diventare gruppi industriali tra i più importanti al mondo nel campo delle due ruote”.

Il presidente di VeronaFiere: “Abbiamo tenuto i motori sempre accesi”

“Per oltre un anno - ha sottolineato Maurizio Danese, presidente di VeronaFiere - siamo stati costretti a fermarci, ma abbiamo tenuto i motori sempre accesi, consapevoli del valore delle manifestazioni per la promozione delle filiere industriali rappresentate. Ora siamo pronti a ripartire da subito e, grazie agli investimenti fatti già dall'inizio della pandemia, siamo in grado di accogliere in completa sicurezza aziende, operatori e appassionati”, ha concluso Danese.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?