Ancona, 20 marzo 2017 - Indifferenziata e carta, tutto nello stesso contenitore. E’ sotto accusa Anconambiente che ieri attraverso un suo operatore avrebbe autorizzato la raccolta di carta e rifiuti indifferenziati tutti nello stesso camioncino. L’operatore è stato smascherato da un cittadino che affacciandosi dalla finestra di casa ha subito notato qualcosa che non andava. Si è messo così a redarguire dalla finestra l’operatore dicendogli di fermarsi, che i sacrifici delle persone, anche economici attraverso la salata tassa rifiuti, sarebbero andati in fumo. L’operatore però gli ha mostrato una carta da lontano in cui sosteneva che quello era l’ordine di servizio ricevuto.

Tra i due è dunque proseguito uno scambio di battute acceso dove l’arrabbiatura più grande l’ha presa proprio il cittadino che è pronto, stamattina, a denunciare l’accaduto. «Non è giusto quello che stai facendo – ha detto dalla finestra di casa sua – noi cittadini paghiamo le tasse e facciamo la raccolta differenziata». Il tutto è stato poi postato nella sua pagina Facebook.

L’operatore però non ne vuole sapere e appunto mostrando il foglio di lavoro vuole dimostrare che le sue manovre sono giuste e autorizzate. Lo scambio tra i due è stato ripreso dal cittadino che ha documentato tutto l’accaduto che si è verificato sabato. Anconambiente dice di non saperne nulla: «Faremo tutti gli accertamenti del caso – assicura il presidente di Anconambiente, Antonio Gitto – anche se al momento non sono informato della cosa visto che mi trovo in viaggio. Il cittadino ad ogni modo fa bene a rivolgersi ai carabinieri e denunciare quanto accaduto. Da parte nostra non posso che assicurare che le indagini prenderanno il via immediatamente e che ci saranno le conseguenze che un atto simile merita».