Montecarotto (Ancona), 28 dicembre 2017 - Arrivano i carabinieri per portarlo in carcere dove dovrà scontare una pena residua per reati commessi nove anni fa ma lui tenta di ingerire del detersivo per piatti e poi aggredisce i carabinieri che sono costretti a bloccarlo con lo spray al peperoncino. Arrestato dai carabinieri il giovane, di Serra de’ Conti, era destinatario di un ordine di carcerazione per una pena residua di tre mesi e tre giorni per una serie di reati, minacce e danneggiamenti, commessi nel 2008.

Al momento della notifica dell’ordine di arresto a casa sua, ieri, il giovane ha preso il flacone del detersivo per piatti, pensando di sfuggire così al carcere. L’intervento repentino dei militari di Montecarotto e Serra de’ Conti, guidati dal luogotenente Daniele Fabiani ha evitato che egli potesse ingerire la sostanza tossica. Ma il giovane di andare in carcere proprio non voleva saperne. Ha opposto una forte resistenza ed è stato immobilizzato grazie all’utilizzo da parte dei militari dello spray al peperoncino. Ora dovrà rispondere anche di resistenza a pubblico ufficiale e, dopo il fotosegnalamento, è stato accompagnato al carcere di Montacuto.