Ascoli Piceno, 19 aprile 2017 - Momenti di paura ieri mattina nella periferia est cittadina. Era da poco passato mezzogiorno quando un toro è scappato dal mattatoio comunale, nei pressi della rotonda che dalla Piceno Aprutina introduce al bivio semaforico del Battente. L’animale era destinato al macello, e chissà, forse intuendo a cosa stava andando incontro, si è impaurito ed è riuscito riuscito a scappare.

Fortunatamente la bestia, un esemplare del peso di circa una tonnellata e mezzo, non è andato nella direzione della strada e quindi non si sono verificate particolari situazioni di pericolo per i cittadini residenti nella zona o per gli automobilisti; si è invece diretto a monte, verso San Marco, perdendosi tra le campagne a sud della Piceno Aprutina. Immediatamente sono scattate le ricerche e, oltre al personale dello stesso mattatoio, sono stati allertati i vigili del fuoco, i carabinieri e la polizia, oltre che i medici veterinari del servizio sanitario.

L’animale è stato poco dopo individuato nei pressi del fosso Tarrapone: il bovino era praticamente in trappola, impossibilitata da un lato a risalire il fosso nel quale era finito e dall’altro bloccata dal personale che gli stava dando la caccia. Così, il suo destino è stato inevitabile, e la sua fine non troppo diversa da quella che gli avrebbe riservato il mattatoio. E’ stato proprio il personale del mattatoio ad abbattere la bestia sparandogli un colpo di fucile. Il toro è morto praticamente sul colpo all’interno del fossato. I vigili del fuoco hanno poi provveduto alle operazioni di recupero della carcassa, imbragandola e poi tirandola su con un autogru.

d. c.