Bologna, 10 aprile 2017 - Si sono fatti consegnare 7.000 euro di incasso e fondocassa, poi sono fuggiti diretti sulla tangenziale. È questa la rapina messa in atto stanotte, poco prima delle 2, da due uomini che vestiti di scuro e con il volto coperto da un casco integrale sono arrivati a bordo di uno scooter al casello Bologna-Arcovecchio, all’uscita dell’A13.

Qui uno dei due malviventi, armato di pistola, è sceso dal mezzo e si è avvicinato al gabiotto del casallante, minacciando l’uomo per farsi aprire. Dopo, il bandito ha legato le mani del casellante con un fascetta da elettricista e ha portato via tutti i soldi, sia l’incasso della giornata sia il fondocassa per dare il resto: in totale 7.000 euro.

A rapina finita, il bandito è salito di nuovo sul mezzo, guidato dal complice che lo stava aspettando ed entrambi sono fuggiti diretti verso la tangeziale, facendo perdere le proprie tracce. Sul caso indaga la polizia stradale e la Squadra mobile.

Questo episodio ricorda molto la rapina avvenuta circa un mese fa sempre al casello Bologna-Arcoveggio, quando due uomini vestiti di scuro e armati minacciarono e legarono un casellante per farsi consegnare tutto l’incasso, anche in quel caso di circa 7.000 euro.