Bologna, 5 novembre 2016 - La stagione invernale è alle porte e da martedì 15 novembre scatterà l'obbligo di montare sull'auto pneumatici invernali, o quantomeno di avere a bordo le catene. In realtà l'articolo 6 del codice della strada, che disciplina le dotazioni invernali di automobili e camion, prevede che siano gli enti gestori delle singole tratte a decidere se e quando applicarlo, ma è in ogni caso consigliabile prepararsi in tal senso, sia per ragioni di sicurezza che per evitare multe salate.

Dal prossimo 15 novembre al 15 aprile 2017, infatti, chi sarà trovato a circolare senza catene e senza pneumatici da neve, su tratte dove vige l'obbligo, rischia una sanzione minima di 41 euro nei centri abitati e di 84 euro fuori città. In autostrada, invece, si andrà incontro a multe comprese fra 80 e 318 euro, oltre alla decurtazione di 3 punti dalla patente. Inoltre, nel caso le condizioni del veicolo siano ritenute pericolose per la circolazione, le autorità stradali potranno disporne il fermo immediato.

Nonostante, poi, le catene siano equiparate per legge alle gomme da neve, gli esperti in materia consigliano di dotarsi di queste ultime, in una versione che riporti la dicitura M+S (ossia mud and snow, fango e ghiaccio), che assicura prestazioni e sicurezza in ogni condizione climatica.

Per chi volesse evitare la fatica e l'esborso di cambiare due treni di gomme l'anno, il consiglio è di usare la nuova tipologia di pneumatici M+S detta all season, utilizzabile, come recita il nome, durante tutto l'arco dell'anno.

I dati raccolti dal Touring Club svizzero, da anni impegnato in attività di test sugli pneumatici, del resto parlano chiaro. In un periodo dell'anno nel quale il 48% degli incidenti stradali è causato dall'asfalto sdrucciolevole, le gomme invernali riducono lo spazio di frenata del veicolo di almeno 5 metri in caso di pioggia o neve. Metri, è il caso di ribadirlo, che potrebbero fare la differenza.