Ferrara, 29 dicembre 2017 - Tra i colpi che il direttore sportivo Vagnati ha in serbo per il mercato di gennaio c’è sicuramente un esterno. Probabilmente mancino, considerando che sulla fascia sinistra gioca stabilmente Mattiello, il cui piede naturale è il destro e quindi può agire anche come vice di Lazzari sull’altra corsia. Da quando Konate (in realtà non pervenuto) e Costa si sono fatti male, sugli esterni la coperta è diventata cortissima, e urge almeno un rinforzo. Gli uomini mercato stanno guardando con attenzione i migliori prospetti della serie B (da tempo piace Lorenzo Dickmann del Novara e si registra l’interessamento per Stefano Sabelli del Bari), ma è nella Fiorentina che gioca uno dei principali oggetti del desiderio della Spal. Si tratta di Maxi Olivera, laterale mancino uruguaiano classe 1992 che con mister Pioli gioca col contagocce e che quindi potrebbe cambiare maglia a gennaio. Piace molto anche al Cagliari, ma Vagnati ci sta provando. Secondo indiscrezioni, inoltre, la Spal sarebbe sulle tracce del figlio d’arte Ianis Hagi, centrocampista 19enne che nella Viola non trova spazio.

La priorità però è un centrocampista di esperienza, che vada a rafforzare un reparto che spesso non ha dato le giuste garanzie. Soprattutto in fase di non possesso palla. Per questo la Spal continua a bussare alla porta del Partizan Belgrado per il centrocampista (con caratteristiche difensive) Everton Luiz, un 29enne brasiliano che quest’anno ha giocato anche sei partite di Europa League. Infine, per la difesa è più viva che mai la pista che porta a Kevin Bonifazi, che a Ferrara ritroverebbe il tecnico che lo ha lanciato e tanti ex compagni. Su di lui però si registra anche l’interesse di Cagliari e Benevento.