Recanati, 21 giugno 2016 - «In questo territorio stanno insieme molte cose su cui stiamo lavorando a livello governativo e con modalità con cui dovrebbe lavorare tutto il Paese. Per esempio un’intera regione che appoggia la candidatura di Recanati a capitale italiana della Cultura 2018 è un bell’esempio di come si dovrebbe lavorare per tutelare e valorizzare la bellezza che le generazioni passate ci hanno consegnato, non solo come dovere costituzionale, ma soprattutto come opportunità di crescita per un’economia sostenibile e che punta alla qualità».

Così il ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini a Recanati per inaugurare il restauro della Torre Civica grazie agli interventi dell’Art Bonus. L’assessore regionale al Turismo-Cultura Moreno Pieroni ha ringraziato il ministro per la «felicissima intuizione dell’Art Bonus che consente una reale collaborazione tra pubblico e privato e che nelle Marche ha già visto ben 70 interventi portati a termine grazie a questa misura e inoltre per la celerità con cui è stata approvata dal Ministero l’assegnazione della Via Lauretana all’interno del progetto globale dei Cammini francescani».

L’assessore ha quindi ricordato che la Regione stanzierà 300mila euro a sostegno della candidatura di Recanati a capitale italiana della cultura 2018. Dopo l’inaugurazione del recupero della Torre del Borgo, la visita del ministro è proseguita a Osimo dove a Palazzo Campana ha visitato la mostra «Le Stanze segrete» di Vittorio Sgarbi.