Modena, 8 novembre 2017 - Si allarga a macchia d’olio lo spaccio di shaboo sul nostro territorio: parliamo della pericolosissima droga sintetica inizialmente diffusa nelle Filippine. A quanto pare a gestire il mercato dello spaccio sono proprio i profughi e la zona dove lo shaboo viene venduto, non a caso, è quella di viale Gramsci. Ad arrestare i due pusher, beccati a vendere non solo la sintetica ma anche eroina e cocaina sono stati gli uomini della mobile, durante i quotidiani controlli nei pressi del parco 22 aprile. In manette, ieri, sono finiti appunto due nigeriani di 22 e 25 anni che, oltre a 7 grammi di shaboo (venduta a circa cento euro al grammo) avevano nascosti negli abiti e già confezionati in dosi altri 2 grammi e mezzo di coca e 0.3 di eroina. Gli stranieri, di cui uno richiedente asilo ed accolto a Siracusa, l’altro regolare, sono stati accompagnati in carcere