Rimini, 28 settembre 2017 - Cambio di avvocati per Guerlin Butungu, il ventenne congolese in carcere perché accusato di aver violentato sulla spiaggia di Rimini, il 26 agosto scorso, una ragazza polacca e un trans peruviano insieme a tre minorenni. Il giovane ha revocato uno dei suoi difensori della prima ora, Ilaria Perruzza, la quale dunque non ha partecipato all'interrogatorio della confessione dell'altro ieri, e al suo posto è stato nominato l'avvocato Francesco Zacheo, del foro di Lecce, che è uno dei legali di fiducia dell'ambasciata del Congo in Italia.

Raggiunto telefonicamente, il legale (che ha lo studio anche a Roma), ha protestato per le modalità seguite dalla procura riminese nell'ultimo interrogatorio di Butungu, quello della confessione, nel quale il legale è arrivato pochi minuti prima dell'inizio: "Mi è stato negato un breve rinvio per consentirmi di parlare col mio assistito né ho potuto prendere copia degli atti al fine di valutare se fosse necessario o meno per il mio assistito sottoporsi all'interrogatorio. E non ho potuto parlare con l'altro difensore, avvocato Scarpa. Mi è stato negato tutto. Non credo che, seppur di fronte a fatti gravi come questi, si debba procedere senza tenere in debito conto le legittime esigenze della difesa".

 

ARREFOTO_25089463_082349