La città di Maria Montessori, circa 15mila abitanti, senza pediatra. Alcuni genitori, costretti a spostarsi a Falconara protestano e l’assessore alle Politiche sanitarie Cristina Amicucci cerca una soluzione. Tutto nasce dal pensionamento della pediatra di libera scelta Anna Maria Dolci. A farsi portavoce delle proteste è l’associazione Chiaravalle Domani: "La pediatra che sostituisce la Dolci, Elisa Urbani, è stata assegnata al Comune di Falconara Marittima – spiegano – e non farà ambulatorio a Chiaravalle, causando disagio alle famiglie chiaravallesi, che dovranno spostarsi presso l’ambulatorio sito a Falconara Alta. Rivolgersi ad altri pediatri è quasi impossibile perchè i posti liberi sono pochissimi. "Ciò è accaduto – spiega l’assessore Amicucci - perchè l’Asur da sempre conteggia gli utenti da 0 a 6 anni senza tenere in considerazione i ragazzi dai 6 ai 14 anni quando si può passare al medico di medicina generale. Così il Comune con più carenza di pediatri risulta Falconara. Tra l’altro una pediatra che era assegnata ad entrambi i Comuni ha mantenuto solo Chiaravalle causando quindi a Falconara una mancanza. Purtroppo – conclude l’assessore – c’è poco da fare, ma come amministrazione cercheremo di capire con la nuova pediatra, facendo anche appello alla sua sensibilità e con piena collaborazione nostra, se possa esserci la possibilità di fare ambulatorio almeno un giorno a settimana anche qui".

sa. fe.