Il blitz sulle spiagge Stop commercio abusivo, multe e raffica di sequestri

Controlli della polizia da Palombina a Portonovo: dodici le persone non in regola. Complessivamente sanzioni fino a 42mila euro e ritirati 2300 pezzi di merce.

Il blitz sulle spiagge  Stop commercio abusivo,  multe e raffica di sequestri

Il blitz sulle spiagge Stop commercio abusivo, multe e raffica di sequestri

Lotta ai venditori ambulanti abusivi, in spiaggia arrivano polizia e vigili urbani. L’operazione è stata fatta ieri mattina e proseguita anche nel pomeriggio lungo i litorali di Palombina e Portonovo. Gli agenti hanno trovato una dozzina di "vu cumprà" sequestrando 2.300 pezzi di merce messa in vendita senza titolo e staccato multe per un totale di 42mila euro. Durante il controllo lungo la spiaggia di Palombina è stato pizzicato anche un pluripregiudicato che aveva diversi fogli di via dai Comuni italiani. Anche lui aveva uno zainetto pino di merce da vendere.

Il controllo è scattato nelle prime ore della mattina. Un servizio antiabusivismo commerciale visto il proliferare di venditori che popolano le spiagge ogni giorno e si avvicinano ai bagnanti per vendere qualcosa. Gli agenti hanno individuato diversi cittadini extracomunitari dediti al commercio abusivo su area demaniale, intenti a porre in vendita bigiotteria, abbigliamento e oggettistica varia senza aver conseguito il titolo autorizzativo di vendita. In particolare venivano posti sotto sequestro amministrativo 1.300 oggetti al mattino e altri mille nei controlli del pomeriggio, che verranno custoditi al comando di polizia locale, alle Palombare, in attesa di una ordinanza per la distruzione o devoluzione a qualche ente benefico. Le sanzioni staccate ammontano ad un totale di 42mila euro. Uno dei venditori abusivi, che risultava essere irregolare sul territorio nazionale, è stato accompagnato all’ufficio immigrazione per le formalità.

Durante le fasi di accertamento in spiaggia è stato notato un uomo che si aggirava con fare sospetto tra le cabine degli stabilimenti balneari di Palombina. Anche lui è stato fermato e controllato. Era un pluripregiudicato palermitano con precedenti per rapina, stupefacenti e che risultava avere a proprio carico numerosi fogli di via da vari comuni d’Italia. Con sé aveva uno zaino con oggetti vari da porre in vendita che sono stati sequestrati perché in assenza di licenza. L’uomo ha preso una multa di 5mila euro. Poi è stato messo a disposizione dell’ufficio Misure di Prevenzione della Polizia Anticrimine, che ha elaborato un foglio di via da Ancona con obbligo di ritorno a Palermo disposto dal questore Cesare Capocasa.