Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
31 mag 2022

Nuovi Cavalieri del lavoro, ecco un tris per le Marche

Mai così tanti in regione, il presidente Mattarella ha insignito dell’alta onorificenza. Alberto Rossi (Logistica portuale), Andrea Lardini (Tessile) e Giuseppe Santoni (Calzature)

31 mag 2022

Tessile, calzature e logistica portuale. Le Marche guadagnano tre nomine a Cavalieri del Lavoro. Sono Alberto Rossi, 63 anni, logistica portuale di Ancona, Andrea Lardini, 65 anni, industria tessile di Filottrano, e Giuseppe Santoni, industria calzaturiera di Corridonia. Le prime due toccano la provincia di Ancona e il terzo quella di Macerata. Non era mai successo prima che la regione prendesse tre riconoscimenti tutti insieme. E’ stato il presidente della Repubblica Sergio Mattarella a firmare i decreti con i quali, su proposta del ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti, sono stati insigniti i Cavalieri al Merito del Lavoro, una onorificenza che premia chi si è distinto per impegno e correttezza. Lardini è specializzato nella creazione di abbigliamento di alta sartoria e l’azienda è stata fondata a fine anni ‘70. Produce circa 1.700 capi al giorno. Rossi è a capo della Frittelli Maritime Group e Adria Ferries Spa. "Mi congratulo con loro – ha detto l’assessore allo sviluppo economico della Regione Marche Mirco Carloni – sono state scelte tre persone che sono un esempio per tutti noi. Rappresentano la forza imprenditoriale marchigiana". Per il presidente della Camera di Commercio delle Marche Gino Sabatini "si tratta di candidature che abbiamo fortemente sostenuto, è un riconoscimento che ci riempie di orgoglio e che giunge come attestazione di stima preziosa in questo momento. Ci sprona ad essere con più forza al fianco delle nostre imprese". Il prefetto Darco Pellos parla di un "risultato straordinario che mette al centro la regione Marche, ne sono orgoglioso". Il prefetto ha curato la procedura e sottolinea come il risultato si è ottenuto "in sinergia anche con la Regione, con l’assessore Mirco Carloni" chiarendo anche che "non si diventa Cavaliere del Lavoro se non viene riconosciuta una certa etica che l’imprenditoria anconetana e marchigiana hanno".

ma. ver.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?