Quotidiano Nazionale logo
13 apr 2022

Sondaggi sul cavalcavia agghindato per il Giro

Accertamenti strumentali in vista del risanamento del ponte sotto il quale passeranno i ciclisti nel rush finale della tappa da Pescara

Il cavalcavia del Viale della Vittoria sotto il quale passerà il Giro d’Italia
Il cavalcavia del Viale della Vittoria sotto il quale passerà il Giro d’Italia
Il cavalcavia del Viale della Vittoria sotto il quale passerà il Giro d’Italia

Era appena stato agghindato a festa per il Giro d’Italia ma ieri mattina sotto il cavalcavia del viale della Vittoria sono stati effettuati sondaggi ed accertamenti strumentali in vista del risanamento del ‘ponte’, atteso ormai da alcuni anni. Ieri mattina accanto agli striscioni rosa affissi per il Giro d’Italia c’erano i tecnici al lavoro per le prove strumentali per la predisposizione della relativa relazione geologico-tecnica e geofisica-sismica. Alcuni striscioni rosa sono stati tolti per effettuare l’intervento che ha radunato in strada parecchi curiosi. Del resto la scenografia rosa spicca sulle arcate sotto le quali transiteranno i ciclisti del Giro d’Italia per l’ultimo chilometro della tappa Pescara- Jesi con traguardo proprio su Viale della Vittoria. Il cavalcavia aveva cominciato a perdere pezzi ormai alcuni anni fa: si tratta del distacco di materiale superficiale mentre non sarebbe a rischio la tenuta del ponte. La spesa necessaria per l’intervento è importante: ammonta a 680mila euro, di cui 520mila concessi dal Ministero dell’Interno e i restanti 160mila da finanziare con bilancio comunale tramite la contrazione di un mutuo. I lavori che dovrebbero partire a breve consentiranno di rimuovere le volte sottostanti il cavalcavia, dalle quali si evidenziavano i distacchi, e mettere a nudo le travature, che verranno rinforzate anche con elementi in carbonio. Gli esami al ponte hanno evidenziato che le strutture portanti sono in buone condizioni e non necessitano di particolari interventi. Tale intervento è stato a più riprese inserita con codice di priorità massima nel piano delle opere pubbliche. Dopo la caduta di pezzi di intonaco dal solaio erano state installate delle reti di protezione. Era seguita una prima campagna di indagine nel luglio 2014 e poi nuovi sondaggi sulla struttura nel marzo 2016, perforandone la parte superiore da via Gramsci. Ora la nuova indagine sotto la struttura. I tecnici comunali hanno evidenziato la "necessità di interventi di manutenzione tesi ad allontanare le acque dalla struttura portante, nonché azioni di rinforzo della struttura orizzontale per l’adeguamento alle norme. Solo interventi manutentivi, invece, per i sostegni verticali". La progettazione è pronta e la gara d’appalto per l’assegnazione dei lavori sarà effettuata una volta contratto il mutuo. Dunque serviranno ancora alcune settimane prima di veder risanato l’importante ponte che attraversa il cuore della città.

Sara Ferreri

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?