Oreste Beltrami è morto a 69 anni
Oreste Beltrami è morto a 69 anni

Fermo, 30 marzo 2020 - Si allunga maledettamente la lista delle persone decedute a causa del Coronavirus. Anche, ieri, purtroppo sono state registrate altre vittime: cinque per l’esattezza. Si tratta di Gino Beltrami, 82 anni, Gabriele Marcoianni, 86 anni, entrambi di Sant’Elpidio a Mare, Rosario Giacomozzi, 61 anni, di Porto San Giorgio, Lydia Fontana, 78 anni, e Oreste Beltrami, 69 anni, entrambi di Porto Sant’Elpidio. Ad annunciare la morte degli ultimi due è stato il sindaco portoelpidiense, Nazzareno Franchellucci, che ha parlato di domenica da dimenticare: "E’ venuta a mancare Lydia che si è spenta a all’ospedale di Civitanova Marche nella mattinata. La ricordiamo con tanto affetto e porgiamo ai suoi cari le più vive condoglianze a nome dell’amministrazione comunale e della intera città. Si è spento, invece, all’ospedale di Fermo anche il nostro concittadino Oreste, in città lo chiamavano tutti 'Rischia'. Oreste era il marito della nostra cara dipendente comunale Franca. A lei, ai figli, a tutta la famiglia, si stringe in un silenzio di cordoglio l’intera amministrazione comunale, tutti i dipendenti del Comune e la città intera".

Leggi anche - Marche, 31 vittime e stabili i contagi. "Picco a metà aprile"

Il ricordo di Oreste Beltrami in alcune righe scritte dal figlio Andrea: "Ciao babbo, ciao Rischia, come tutti ti chiamavano e come ti piaceva essere chiamato. Mi dispiace di non poterti salutare l’ultima volta o semplicemente di non poterti mandare a... l’ultima volta, mi dispiace perché è una situazione di merda, ma ti ricordo con l’ultima pacca sulla spalla che ti ho dato il giorno che il 118 ti è venuto a prendere, e ti ho detto: 'Dai ci rivediamo presto'. Ma così non è stato, hai sceso le scale da solo non hai voluto un aiuto perché eri forte. E così voglio ricordarti: forte e potente come ogni padre lo è per suo figlio. Ciao Oreste, ciao Rischia. Ti voglio bene e te ne vogliono tanto i tuoi nipoti. Ora, dall’alto, veglia il mare che tanto ti piaceva".

Salgono a 42 in totale le vittime del Coronavirus residenti nella provincia di Fermo. Crescono, anche se di poco le persone contagiate dal Covid 19. Secondo i dati forniti dal Gores, i casi positivi al tampone nella Provincia di Fermo sono diventati 246, contro i 241 di ieri. L’ultimo aggiornamento dell’Asur di Zona sulle strutture ospedaliere, invece, parla di 103 ricoverati tra il Murri e l’Inrca. Aumentano i casi gravi visto che da 14 sono diventati 17 i pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono salite a 670, di cui 139 sintomatiche e 95 operatori sanitari.