Sono tantissimi i cantieri in corso in città in questo momento: una bella fetta è relativa agli interventi che, tra bonus e post sisma, riguardano immobili privati. Per quanto riguarda il fronte dei lavori pubblici, il quadro generale non vede grandi novità in questo inizio di anno, anche se ci sono nella tabella di marcia alcune opere molto importanti che stanno andando avanti o che sono in procinto di partire. Nel primo gruppo troviamo sicuramente corso Trento e Trieste: il...

Sono tantissimi i cantieri in corso in città in questo momento: una bella fetta è relativa agli interventi che, tra bonus e post sisma, riguardano immobili privati. Per quanto riguarda il fronte dei lavori pubblici, il quadro generale non vede grandi novità in questo inizio di anno, anche se ci sono nella tabella di marcia alcune opere molto importanti che stanno andando avanti o che sono in procinto di partire. Nel primo gruppo troviamo sicuramente corso Trento e Trieste: il rifacimento di questa arteria del centro storico è piuttosto complesso e adesso si sta procedendo con alcuni scavi aggiuntivi a piazza Simonetti, proprio davanti all’edificio che ospita la Prefettura. In questo modo si andrà a valutare in modo più approfondito quanto già rinvenuto a inizio novembre, quando sono venuti alla luce i resti di una domus romana: con questi nuovi sondaggi si andrà a comprendere meglio l’estensione di questa domus e poi, di conseguenza, si dovrà valutare come agire. Facendo un discorso generale su corso Trieste è ormai in dirittura d’arrivo il progetto definitivo, un tassello fondamentale nel percorso che dovrà portare all’attesa riqualificazione dell’intera via per una spesa complessiva di circa due milioni.

Restando all’interno del perimetro del centro storico, un intervento che partirà entro primavera è quello di via Ricci, dove saranno investiti 150mila euro per la sistemazione della balaustra e del muretto nella strada soprastante il polo universitario. Sempre in quella zona e salendo verso la Fortezza Pia, qui i lavori del primo stralcio per la riqualificazione dell’area verde sono stati avviati, mentre per il secondo step bisognerà aspettare l’estate.

Scendendo verso Porta Romana, è quasi ultimato l’intervento sull’illuminazione pubblica: una volta installati gli ultimi cinque punti luce mancherà solo da sistemare tutta la questione delle barriere architettoniche. A Porta Maggiore, lunedì cominceranno i lavori sui marciapiedi di via Mari: nel tratto compreso tra le intersezioni con via Pisa e viale Marconi, per tutta la durata dei lavori, sarà vietato il passaggio pedonale sul lato nord del marciapiede e sarà istituito il divieto di sosta su entrambi i lati per l’intera giornata.

Allargando lo sguardo fino ad arrivare in periferia, ecco che entro gennaio si procederà con la demolizione dell’ex scuola del Marino mentre proseguono gli interventi di manutenzione straordinaria delle strade in diverse frazioni.

Daniele Luzi