Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
25 mag 2022

Le botti diventano degli oggetti di design

L’azienda Velenosi ha coinvolto gli studenti del liceo artistico: "Opere che caratterizzano il nostro territorio". Il ricavato al Mazzoni

25 mag 2022

Si è concluso il progetto triennale di Pcto (ex alternanza scuola lavoro) denominato ’Un colpo d’arte al cerchio e alla botte’ che ha visto coinvolti gli studenti del Liceo Artistico ‘Licini-Orsini’, guidati dai docenti Gianluca Di Giovannantonio e Valeria Mutschlechner in collaborazione con l’azienda vitinivicola ascolana Velenosi rappresentata da Angela Piotti Velenosi e da sua figlia Marianna. Nell’aula magna alla presenza del dirigente scolastico Nadia Latini e dell’assessore Donatella Ferretti, è stato presentato il progetto che ha avuto come obiettivo la personalizzazione di dieci barriques per la cantina diretta dalla ‘Signora del Piceno’, Angela Velenosi. Un progetto avviato nel 2019 sotto il coordinamento del professor Di Giovannantonio, docente di discipline plastiche e scultoree e di Marianna Velenosi, marketing manager dell’azienda enologica.

Agli alunni delle classi del triennio Figurativo è stato chiesto di rappresentare il territorio e la sua tipicità, rendendo le botti messe a disposizione veri e propri oggetti di design. Le 10 barrique saranno poi donate da Velenosi Vini a una selezione dei migliori clienti nel mondo. Il rapporto tra arte e vino per Angela Velenosi è vivo da sempre: dall’omaggio stilizzato a I Danzatori di Henri Matisse, che si trovano sul mitico ‘Ludi’, alle statue dal gusto rinascimentale che capeggiano sull’etichetta di Villa Angela, fino agli angeli ribelli immaginati dallo stesso Osvaldo Licini, che fanno capolino su ‘Prope’, la linea di vini d’Abruzzo. "Siamo felici di poter presentare il lavoro degli studenti dell’artistico – ha detto Angela Velenosi - che si sono impegnati per realizzare opere che catturassero lo spirito di questa terra affascinante". Soddisfatta anche Marianna Velenosi: "Ringraziamo i ragazzi che si sono prodigati per rendere le nostre barriques uniche – ha ammesso – e che tra poco arriveranno ai quattro angoli del mondo per continuare a raccontare le tante eccellenze espresse dal territorio Piceno, a partire dallo stesso vino. Il rapporto con Liceo Artistico di certo proseguirà". Il ricavato della vendita delle barriques di vino verrà devoluto al reparto di ematologia diretto dal dottor Galieni.

Valerio Rosa

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?