Mascherina obbligatoria all'aperto ad Ascoli Piceno (archivio, Ansa)
Mascherina obbligatoria all'aperto ad Ascoli Piceno (archivio, Ansa)

Ascoli Piceno, 1 ottobre 2020 - Troppi contagi da Coronavirus, anche se prevalentemente asintomatici. Così l'amministrazione comunale di Ascoli Piceno ha deciso di rendere obbligatoria la mascherina anche anche negli spazi all'aperto del territorio comunale da domani, 2 ottobre, e fino alla fine del mese, con un'ordinanza a firma del vice sindaco Giovanni Silvestri.

Il provvedimento, salvo proroga oltre il 31 ottobre, impone l'obbligo di indossare il dispositivo di protezione individuale (mascherina facciale) su tutto il territorio di Ascoli Piceno e senza distinzioni di orari, su tutte le aree pubbliche e/o aperte al pubblico ove non sia possibile garantire il rispetto delle norme sul distanziamento sociale, fatta eccezione per i minori al di sotto i 6 anni. Il mancato rispetto prevede una sanzione di 100 euro. 

Leggi anche L'ultimo bollettino delle Marche

"Questo provvedimento, per il momento limitato al mese di ottobre, - commenta il sindaco di Ascoli Marco Fioravanti (Fdi) - si è reso necessario perché dobbiamo convivere con il Coronavirus ma nel contempo non dobbiamo morire di fame".

"Bisogna portare avanti le attività, - aggiunge - gli eventi e le iniziative mantenendo le distanze interpersonali. Questo il messaggio dell'amministrazione comunale alla città e ai cittadini. Dobbiamo usare queste precauzioni e mantenere un atteggiamento responsabile se vogliamo continuare a fare vita sociale in un momento difficile per tutti. La città - conclude - deve andare avanti ma con le dovute precauzioni".