Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
16 lug 2022
16 lug 2022

Nel parco di Villa Vitali arriva Shakespeare

Stefano De Bernardin di Proscenio: "Il nostro festival è nato come una sfida. Previste tante occasioni adatte ad un pubblico di tutte le età"

16 lug 2022
Il 20 luglio si comincia con ‘Amleto for dummies’, il 21 invece sarà ospite la scrittrice e docente Nadia Fusini
Il 20 luglio si comincia con ‘Amleto for dummies’, il 21 invece sarà ospite la scrittrice e docente Nadia Fusini
Il 20 luglio si comincia con ‘Amleto for dummies’, il 21 invece sarà ospite la scrittrice e docente Nadia Fusini
Il 20 luglio si comincia con ‘Amleto for dummies’, il 21 invece sarà ospite la scrittrice e docente Nadia Fusini
Il 20 luglio si comincia con ‘Amleto for dummies’, il 21 invece sarà ospite la scrittrice e docente Nadia Fusini
Il 20 luglio si comincia con ‘Amleto for dummies’, il 21 invece sarà ospite la scrittrice e docente Nadia Fusini

Shakespeare è vivo e abita a Villa Vitali. Torna il grande autore inglese nel parco della villa più bella della città, grazie a Proscenio teatro che per il secondo anno consecutivo organizza un festival con momenti di spettacolo, riflessioni, musica ed emozioni. Si comincia il 20 luglio, per un fine settimana intenso, come spiega per Proscenio Stefano De Bernardin: "Il nostro festival è nato come una sfida, lo scorso anno e in piena pandemia. Abbiamo ottenuto un discreto successo che speriamo di vivere anche stavolta, con tante occasioni adatte ad un pubblico di tutte le età". Il 20 luglio si comincia con ‘Amleto for dummies’, uno spettacolo della stessa compagnia Proscenio che porta in scena tre attori e sei pupazzi d’arte, bellissimi e curati in ogni dettaglio. Il 21 luglio ospite Nadia Fusini, scrittrice e docente universitaria, tra i massimi esperti di Shakespeare, per una conferenza a ingresso libero, alle 21,30. Il 22 luglio arriva la compagnia Sofia Amandolea che ha vinto il contest annesso al festival con uno spettacolo che traduce il dramma di Romeo e Giulietta in chiave israeliana, con i due innamorati divisi tra ebrei e palestinesi, in una Gerusalemme del futuro e apocalittica. Il 23 luglio, anche qui a ingresso gratuito, musica al tramonto, a partire dalle 19, con i musicisti jazz del conservatorio, diretti da Mauro De Federicis, con Marta De Papa alla voce e intermezzi poetici con i sonetti di Shakespeare. Si chiude il 24 luglio, in collaborazione con l’Amat, con uno spettacolo di grande divertimento, per raccontare ‘Le opere di Shakespeare in 90 minuti’, una produzione Khora teatro. "Si tratta di una parodia veloce, spiritosa e fisica di tutte le opere del Bardo, per una serata all’insegna del divertimento, assicura De Bernardin che spiega pure come per gli studenti di ogni ordine di scuola l’ingresso ai tre spettacoli sia ridotto a 15 euro. Sorprese per tutti nel parco il 19 e il 21 luglio, a partire dalle 18,30, mentre per i più piccoli sono previsti, il 21 e il 23 luglio, laboratori artistici in collaborazione con Mus-e del fermano. Felice di tenere a battesimo il festival l’assessore alla cultura, Micol Lanzidei: "L’anno scorso il festival è stata una sfida assoluta, vinta anche contro le avversità del covid. Quest’anno siamo lieti di poter dare il via ad un festival che ha saputo costruire collaborazioni importanti con l’Amat e con Mus-e, sempre con l’obiettivo di avvicinare quante più persone possibile al mondo del teatro e coinvolgere in particolare i più giovani in un mondo di sogno".

Angelica Malvatan

i

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?