Quotidiano Nazionale logo
23 apr 2022

Slalom tra le buche, le strade fanno acqua

La condizione degli asfalti è pessima dal centro a Monticelli: rischi per la sicurezza delle persone e per la tenuta dei veicoli

In alcuni casi, non è affatto un’esagerazione, sembra di essere sulle montagne russe. Peccato, però, che per gli automobilisti non sia divertente sobbalzare ogni qual volta si passi, ad esempio, in corso Mazzini o in corso Trento e Trieste. Purtroppo, la condizione di alcune strade cittadine è pessima. E sono necessari interventi urgenti da parte dell’amministrazione comunale, per tutelare la sicurezza dei cittadini, evitare disagi e prevenire anche danni alle vetture, considerando il fatto che in alcuni tratti la tenuta delle sospensioni delle macchine viene davvero messa a repentaglio. Facendo un giro in città, infatti, sono numerosi i tratti critici, sotto questo punto di vista. Detto di corso Mazzini e via Trieste, restando in centro sono imbarazzanti le condizioni in cui versa, sempre a titolo di esempio, il ponte di Porta Tufilla. Qui ci sono buche grandi come crateri, che diventano ancor più pericolose in caso di pioggia, quando si creano dei veri e propri laghi che, indirettamente, rappresentano un pericolo anche per chi passeggia sul marciapiede che, spesso e volentieri, viene letteralmente innaffiato a causa del passaggio delle auto a forte velocità. E che dire della salita che si trova nella zona dei mulini? Sicuramente non si tratta di un bel biglietto da visita per chi entra in città. Oppure prendiamo il caso di via Pretoriana, che ormai storicamente è piena di buche e dissestata. Anche via dei Malaspina, proprio davanti all’ufficio anagrafe, non si trova in ottimo stato, così come tante altre vie del centro storico. Insomma, urgono interventi di rifacimento degli asfalti e di manutenzione di numerose strade. Anche in periferia le situazioni non sono delle migliori. Lo dimostrano le condizioni di alcune vie di Campo Parignano, di Monticelli o addirittura la tanto famigerata via Loreto, per la quale in passato si mossero anche i residenti attraverso una raccolta di firme che venne sottoposta all’attenzione delle precedenti amministrazioni comunali. Un’altra priorità, per la giunta Fioravanti, dovrebbe essere rappresentata dal rifacimento della segnaletica orizzontale, che in numerosi casi è stata completamente cancellata. Molte strisce pedonali, anche in centro storico, sono pressochè invisibili. E anche sui social, nelle ultime ore, ci sono state alcune lamentele da parte di qualche cittadino. Insomma, una situazione rimediabile, ci mancherebbe. In questo periodo di ristrettezze economiche non è semplice, per il Comune, mettere mano a ogni tipo di evenienza. Ma provvedere alla manutenzione delle strade vuol dire avere a cuore la sicurezza stradale. E non è cosa da poco. Matteo Porfiri

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?