Il tecnico uruguaiano della Samb, Paolo Montero
Il tecnico uruguaiano della Samb, Paolo Montero

San Benedetto del Tronto (Ascoli), 17 giugno 2020 - La Samb e Montero hanno ripreso ad allenarsi a partire da lunedì e in questi giorni Domenico Serafino avrà modo di conoscere l'attuale tecnico rossoblù e testarlo per i playoff, in vista, chissà, di una permanenza. Il neo-presidente della squadra rivierasca, infatti, potrebbe pensare di tenere l'allenatore uruguaiano, anche perché pare sia scattato un ottimo feeling in questi primi giorni di coabitazione mentre la stima c'era già. Montero e Serafino hanno parlato di futuro ma tutto è rimandato a dopo il match con il Padova del 1° luglio e, magari, ancora più in là (se la Samb dovesse superare i biancorossi se la dovrebbe vedere con il Sudtirol).

Dunque, della permanenza di Montero a San Benedetto ci sarà tempo per parlarne ma Serafino è stuzzicato dall'idea. Montero, inoltre, ha già in mente di fermarsi e acquistare una casa in città, così da farne il suo quartier generale per il futuro. In più, questo primo approccio con la Serie C è stato positivo per il gioco, meno per i risultati: con una squadra dotata di una panchina più lunga potrebbe fare grandi cose. La piazza, peraltro, è con lui. Naturalmente, dopo i playoff ci sarà da tener conto della sua volontà e, soprattutto, smarcarlo da alcune richieste come quella proveniente da Brescia. Sta di fatto, comunque, che un duo Pasculli-Montero, con il primo capo dell'area tecnica, piacerebbe a Domenico Serafino.