Festival poesia, Bologna ricorda Wislawa Szymborska a cento anni dalla nascita

Dal 12 al 14 giugno il Centro di poesia contemporanea dell'Università di Bologna organizza ‘In una goccia d'inchiostro’, l’evento in memoria della vincitrice del Nobel per la letteratura del 1996

La poetessa Wislawa Szymborska nell'aula magna Santa Lucia dell'Università di Bologna nel 2009

La poetessa Wislawa Szymborska nell'aula magna Santa Lucia dell'Università di Bologna nel 2009

Bologna, 8 giugno 2023 – Il 2 luglio di cento anni fa in Polonia nasceva la poetessa Wisława Szymborska, e per celebrare questa ricorrenza il Centro di poesia contemporanea dell’Università di Bologna ha organizzato da lunedì 12 a mercoledì 14 giugno un festival che porta il nome della Premio Nobel per la letteratura.

Il Szymborska festival, un evento che rientra tra le celebrazioni ufficiali dell’Anno Szymborska istituito dal Senato polacco, con il patrocinio della Fondazione Wisława Szymborska e il sostegno del Comune di Bologna, dell’Istituto Polacco di Roma e dell’Associazione Italiana Polonisti, vuole ricordare uno dei giganti della letteratura del XX secolo.

Lo speciale legame che la poetessa instaurò con la città di Bologna e l'Ateneo diviene occasione per riflettere anche sulla presenza delle donne nella grande poesia del Novecento e sulle autrici che a Bologna nacquero e vissero, in primis Cristina Campo, di cui pure quest’anno si celebra il centenario. 

Il festival sarà un momento di condivisione e ascolto rivolto a tutta la cittadinanza, con particolare coinvolgimento dei giovani e degli studenti che animano le attività del Centro.

Il programma del festival

Protagonisti della tre giorni saranno voci della poesia italiana e polacca contemporanea, amici e collaboratori di Wisława Szymborska, cantautori, traduttori, critici e giovani poeti. 

Si parte lunedì 12 giugno, alle 17.30, nel Cortile dell’Archiginnasio, con l'incontro ‘Preferisco Wisława Szymborska’: poesia in dialogo con Vivian Lamarque e Valerio Magrelli, condotti da Guido Mattia Gallerani. Alle 21, nella Biblioteca Salaborsa - Piazza coperta U. Eco, si svolgerà l'incontro ‘Potrei essere un cerchio sull’acqua’, un dialogo su Cristina Campo con Silvia Bre e ‘Sotto una piccola stella’, reading con Maria Antonietta.

Martedì 13 giugno, alle 10.30, nell'Aula Carducci di Palazzo Poggi (Via Zamboni, 33), è in programma il laboratorio di poesia ‘In un bosco scritto’, con Silvia Bre e Valerio Magrelli condotto dagli studenti del Centro di poesia contemporanea. Alle 17.30, nella Sala di Ulisse di Palazzo Poggi, il Rettore Giovanni Molari assegnerà, nel corso dell'incontro ‘La gioia di scrivere’, il premio di poesia ‘Alma Mater - Violani Landi’ a Luis García Montero (Premio internazionale), Valerio Magrelli (Premio alla carriera), Simona Mancini (Premio Opera prima), Rebecca Garbin (Premio per poeti inediti).

Alle 21, nella Biblioteca Salaborsa, si svolgerà ‘Grand Hotel Szymborska’, reading con Luca Mastrantonio e i poeti del Centro di poesia contemporanea nelle stanze di Wisława.

Mercoledì 14 giugno, alle 10.30, nell'Aula Carducci di Palazzo Poggi, si terrà il laboratorio di poesia ‘Cianfrusaglie del passato’, con Michał Rusinek e Jarosław Mikołajewski condotto dagli studenti del Centro di poesia contemporanea.

Alle 18, nella Biblioteca Salaborsa, l'incontro ‘Ritratto a memoria: Wisława Szymborska ricordata da chi l’ha conosciuta’, con Michał Rusinek e Jarosław Mikołajewski in dialogo con Andrea Ceccherelli. Seguirà una conversazione in musica con Vasco Brondi, ‘Un incontro inatteso’.

Il calendario szymborskiano del Centro di poesia contemporanea si protrarrà nella stagione autunnale con incontri poetici, spettacoli, gemellaggi internazionali e una mostra dei collage della poetessa, che sarà ospitata nel Museo di Palazzo Poggi dal 27 settembre al 5 novembre.