Quotidiano Nazionale logo
6 mag 2022

Aiuti a Comuni e Regione da Cdp Previsti investimenti per 4 milioni

Cassa Depositi e Prestiti corre in aiuto della Regione Emilia-Romagna e dei Comuni: servono strumenti finanziari e spazi fisici per dare sfogo alle risorse che cadranno a pioggia con il Pnrr. Anche le imprese del territorio hanno bisogno di un "aiuto concreto" per mettere a terra quei fondi, per questo il presidente Stefano Bonaccini ieri ha incontrato i rappresentanti di Cdp, per mettere insieme una serie di strumenti in grado di sostenere istituzioni, forze economiche e sociali del territorio. In Emilia-Romagna sono previsti investimenti per oltre 4,3 miliardi di euro a valere sul Pnrr, con 250 progetti già finanziati e quasi nove Comuni su dieci che hanno candidato progetti.

"La gestione virtuosa dei bilanci" degli enti locali "finora ci ha lasciato spazi di manovra" (è di ieri il botta e risposta della Regione con il sindaco Matteo Lepore sulle difficoltà per le casse dei municipi, ndr), che però "in futuro potrebbero restringersi". Per questo, manda a dire Bonaccini, "siamo pronti a un confronto col Governo dal quale dovranno uscire soluzioni reali, praticabili e sostenibili per gli enti locali, confronto serrato che porteremo avanti insieme a Comuni e Province". Per Massimo Di Carlo, vicedirettore generale di Cdp, "l’incontro rientra nella missione di Cdp e rispecchia il nostro impegno nei confronti delle comunità locali – ha dichiarato Di Carlo –. Nell’ambito della collaborazione con il territorio emiliano, Cdp ha impegnato oltre 2,5 miliardi nell’ultimo triennio per favorire lo sviluppo sostenibile di 140 enti e oltre 10.000 imprese". I rappresentanti di Cdp hanno illustrato, tra le altre cose, varie soluzioni dedicate alle imprese per finanziare gli investimenti, anche con piani di equity e venture capital.

Paolo Rosato

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?