Bologna, 21 marzo 2021 - Un corteo silenzioso (video), lungo l'anello dei viali di circonvallazione. Una sfilata di una trentina di carri funebri - in rappresentanza di 36 ditte del settore - per una manifestazione in cui si chiede "l'inserimento della nostra categoria, a contatto quotidiano con defunti causa Covid e con famiglie in cui spesso ci sono persone contagiate, nel piano di vaccinazione regionale", spiega Mariarita Golfieri, del CIF (Consorzio imprese funebri), dalla cui sede di via Zanardi è partita la manifestazione.

Covid 21 marzo 2021: bollettino oggi coronavirus. Contagi Italia e Emilia Romagna

"Noi - aggiungono Mariarita Golfieri e Niccolò Lelli del Cif - siamo sempre stati in prima linea ad affrontare il covid nelle camere mortuarie degli ospedali, nei recuperi salma, nei contatti con i parenti, nelle sanificazioni delle salme decedute per covid. Il virus si sta diffondendo in un modo non controllabile. Se noi veniamo contagiati chi si occuperà di portare i defunti all'obitorio e al cimitero? Chi avrà cura e aiuterà i dolenti? Nessuno vuole pensare a noi, anche se interveniamo nei momenti più drammatici che colpiscono le nostre vite e lavoriamo nel silenzio. Ma svolgiamo una funzione che garantisce la pubblica incolumità".

Zona rossa a Pasqua: per Emilia-Romagna e Marche poche speranze