Quotidiano Nazionale logo
15 apr 2022

Furti a ripetizione nel negozio Ladri traditi dai vestiti rubati

Una banda di rumeni ha messo a segno tre colpi in tre mesi da ’Amo Sport’. Denunce e perquisizioni

Le indagini sono state condotte dai carabinieri della Compagnia di Vergato
Le indagini sono state condotte dai carabinieri della Compagnia di Vergato
Le indagini sono state condotte dai carabinieri della Compagnia di Vergato

Trovati e denunciati i presunti responsabili di una serie di furti messi a segno da Amo Sport, negozio di attrezzatura e abbigliamento sportivo a Castiglione dei Pepoli, sulla via Bolognese, dove tra il dicembre 2020 e il febbraio 2021 furono messi a segno ben tre furti durante i quali i ladri, forzando e rompendo la serratura della porta di ingresso, riuscirono complessivamente a rubare nel corso delle tre sortite capi di abbigliamento per un valore commerciale complessivo di circa ventimila euro.

Da questi fatti e dalla denuncia dei titolari del negozio erano iniziate le indagini da parte dei carabinieri della compagnia di Vergato, che nei giorni scorsi hanno permesso di arrivare a un punto di svolta, individuando e denunciando per il reato di ricettazione i presunti componenti della banda di ladri che aveva preso di mira il negozio nelle circostanze oggetto delle indagini.

Dagli elementi raccolti in questi mesi dai militari dell’Arma, i responsabili sono risultati essere quattro uomini tutti di nazionalità rumena, tutti tra i 35 e i 45 anni.

Di questi quattro, tuttavia, uno è risultato essere al momento irreperibile, mentre un secondo si trova già in carcere a seguito di altri reati.

Gli ultimi due invece sono stati individuati dai carabinieri nella città di Bologna, lì dove gli investigatori hanno proceduto a delle perquisizioni domiciliari che hanno permesso di ritrovare, divisi tra le due abitazioni, sei capi di abbigliamento in tutto, per un valore commerciale di circa duemila euro, che secondo i carabinieri sono riconducibili al materiale che venne sottratto durante i tre furti portati a termine nel negozio di Castiglione dei Pepoli, nonostante da quei colpi sia trascorso oltre un anno di tempo.

Perciò, i due rumeni, di 35 e 45 anni, sono stati denunciati dai militari dell’Arma con l’accusa di ricettazione.

f. z.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?