Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
20 set 2017

Bologna, inquilini sgomberano abusivi da una casa Acer

Hanno reagito all'occupazione. “Qui al Pilastro la situazione è allo sbando. Ma questa volta abbiamo deciso di reagire”

20 set 2017
francesco pandolfi
BOLOGNA - CASA OCCUPATA VIA SALGARI 73
Residenti mostrano la finestra forzata dagli occupanti (Schicchi)
BOLOGNA - CASA OCCUPATA VIA SALGARI 73
Residenti mostrano la finestra forzata dagli occupanti (Schicchi)

Bologna, 20 settembre 2017 - «Sabato sera due persone hanno occupato un alloggio Acer nel mio condominio. Io e gli altri residenti, però, abbiamo reagito e il giorno dopo siamo andati di persona a sgomberare l’appartamento». La ‘rivolta’ contro gli abusivi, raccontata da un residente del Pilastro, è avvenuta domenica in un palazzo Acer di via Salgari, al civico 75. Una reazione improvvisa dettata «dall’esasperazione di chi è costretto a vivere in un quartiere ormai allo sbando», spiega il residente, che preferisce restare anonimo perché «gli abusivi da domenica continuano a girare intorno al palazzo come vespe e noi condomini dobbiamo tutelarci».

L’invasione di sabato è delle più classiche: un alloggio vuoto da tre anni è stato preso di mira dagli intrusi che hanno tagliato l’inferriata di una portafinestra e sono entrati in casao prendendone possesso. «Per entrare nel palazzo, però, si sono finti pizzaioli – continua il residente –. Hanno suonato al mio citofono dicendo di dover consegnare una pizza. A me è subito sembrata strana questa storia e non ho aperto il portone. Loro, quindi, hanno atteso che qualcuno uscisse dal palazzo per entrare».

A quel punto, allora, i condomini hanno deciso di reagire a questo sopruso: «Abbiamo preso coraggio e alcuni di noi, il giorno dopo, sono entrati nell’appartamento mentre i due ragazzi non c’erano e abbiamo buttato tutte le loro cose in strada – racconta il residente –. Poi abbiamo chiuso la finestra con una catena e chiamato l’Acer, che ci ha ringraziato e assicurato che verranno a mettere in sicurezza l’alloggio».

L’episodio, per Manes Bernardini, leader di Insieme Bologna, rappresenta «la realtà di una parte del Pilastro; una convivenza difficile con degrado, insicurezza e una immigrazione di grande impatto numerico. Cittadini – aggiunge – lasciati soli di fronte ad ogni tipo di sopruso, ma che dimostrano una gran voglia di legalità e di rispetto». Bernardini, quindi, annuncia che domani pomeriggio «Insieme Bologna terrà una commissione a Palazzo d’Accursio proprio sul tema Pilastro, esaminando le problematiche delle case Acer, della criminalità diffusa e la richiesta da parte dei cittadini di un vero controllo del territorio da parte delle forze di polizia e, soprattutto, del rispetto delle regole».

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?