Si avvicina il primo giorno di scuola
Si avvicina il primo giorno di scuola

Bologna, 31 agosto 2019 - Finestre, infissi, coperture, grondaie, bagni, rubinetti, pavimenti, illuminazione, imbiancature, recinzioni ma anche marciapiedi, asfaltatura strade, fogne e attraversamenti pedonali perché la sicurezza va costruita «fuori e dentro le aule».

Sfondano il tetto dei 2 milioni di euro (di cui ben 580mila per sistemare i danni causati dalla grandinata di giugno) i lavori che l’assessorato alla Manutenzione e alla Sicurezza di Alberto Aitini ha messo in campo, questa estate, affinché «tutto sia pronto in tempo per il nuovo anno scolastico». Un ‘bentornati in classe’ che si concluderà, nei prossimi giorni, con una sistemazione del verde. Dallo sfalcio dell’erba alla verifica dello stato di salute delle piante nei giardini di nidi, materne, elementari e medie.

LEGGI ANCHESuperiori, sprint finale per i cantieri

Gli oltre due milioni di euro, osserva Aitini, «sono un investimento importante destinato ai nostri cittadini più giovani. Un grande lavoro che concretizza l’impegno del Comune sul fronte della manutenzione finalizzata ad alzare il livello di sicurezza nelle nostre scuole, rendendole anche più confortevoli in termini di benessere».

Lavori in corso, dunque. Extra due milioni di euro è il bentornato ai bimbi della succursale dell’elementare Casaralta in via Saliceto che prende la forma di 350 metri di marciapiede, rifacimento della strada e dell’impianto fognario, tre attraversamenti pedonali di cui una rialzato davanti all’elementare e una recinzione. Tutto nuovo di zecca chiesto da anni dai genitori per mettere in sicurezza entrata e uscita da scuola e ottenuto ora non appena l’sos è atterrato sul tavolo di Aitini. Ma non solo. Con un gioco di incastro tra imprese, l’assessore e i suoi tecnici sono riusciti ad anticipare di un mese i lavori per il nuovo passaggio pedonale delle materne e dell’elementare Dozza che di fatto verrà portato più vicino all’ingresso delle due scuole, come chiesto dai genitori.

Dei due milioni, 850mila sono in quota all’efficientamento energetico. Ovvero: 191 su 191 infissi nuovi all’elementare Don Minzoni di via Valparaiso (350mila euro) e anche all’elementare Pavese dell’omonima via (500mila euro).

Sono quasi 620mila gli euro per la manutenzione di 26 tra nidi ed elementari. Questo lotto include anche gli interventi preparatori al maxi cantiere della media Lavinia Fontana e la sistemazione da 50mila euro della sede di via Capramozza dove migreranno tre classi e due laboratori (il resto delle aule rimane in via D’Azeglio).

Centomila euro sono andati per il rifacimento del tetto di materna ed elementare Scandellara, 20mila per il nuovo bagno per disabili dell’elementare Sanzio. Ed ancora la staccionata in legno all’elementare Longhena, la recinzione messa a posto ai nidi Degli Esposti, San Donato, Alpi e Romagnoli e alla materna San Donato. Nuovo impianto di illuminazione all’elementare Costa e sistemazione dei bagni dell’elementare Marsili e della materna Attilia Neri.

Cambio di infissi anche alla materna Aldo Moro (50mila euro); al nido Bruco Rosa e alla palestra Morandi di via del Beccaccino (40mila). Infine, posa del pavimento in linoleum alla media Guercino (50mila euro) e all’elementare Armandi Avogli. Infine, i danni provocati dalla maxi grandinata: 580mila gli euro per lo più per rifare i tetti spalmati tra media Guercino (165mila euro); nido San Donato (20mila euro); materna Follerau (130mila euro); palestra Scandellara (84mila euro); materna Walt Disney (6mila euro) e nido Trottola (50mila euro)