Una delle immagini d’epoca pubblicate della scuola
Una delle immagini d’epoca pubblicate della scuola

Bologna, 15 dicembre 2016 – La pagina Facebook c’è già perché, anche se si compiranno cent’anni il prossimo 22 luglio 2017, le Fortuzzi sanno stare al passo con i tempi. Al punto da lanciare un appello on line per raccogliere tutto ciò che si trova negli archivi o nei cassetti di famiglia e potere raccontare così al meglio il primo secolo di vita dell’elementare dentro i Giardini Margherita.

«Nell’ambito delle iniziative progettate per celebrare il centenario della scuola Fortuzzi – scrivono la preside Rosa Liguoro e i referenti del progetto Gianluca Gabrielli e Carla Carpigiani – stiamo organizzando un percorso storiografico che possa comunicare alla cittadinanza l’importanza ricoperta dalla scuola, il carattere mutevole che nel tempo ha assunto, le vicende più significative che hanno accompagnato la sua esistenza e quella delle persone che vi hanno imparato e insegnato. In quest’ottica stiamo raccogliendo documenti e testimonianze. Per questo, chiediamo di segnalarci eventuali documenti che riguardino la scuola e la sua storia, in modo da riprodurli e da trasformarli in preziosi tasselli di una storia ancora in fieri».

Una storia che comincia nel 1915 quando il Consiglio comunale dà il via libera a un’elementare a Giardini Margherita che sarà intitolata al consigliere comunale socialista Fernando Fortuzzi. Ad inaugurare il 22 luglio alle 10 del 1917 «questa scuola all’aperto, costruita per essere d’aiuto ai bambini gracili e a rischio di tubercolosi», il sindaco Francesco Zanardi, l’assessore Mario Longhena e l’ufficiale sanitario Bellei. La scuola venne affidata alla direttrice Argia Mingarelli

Ecco l'indirizzo dove mandare il proprio materiale d'epoca: centenariofortuzzi@gmail.com