Quotidiano Nazionale logo
13 mag 2022

Sport e privati grande motore della piccola città

valerio
Cronaca

Valerio

Baroncini

Esempio per gli imprenditori, si diceva. Ma anche per tanti altri protagonisti della vita – soprattutto pubblica – di Bologna. L’industria, l’iniziativa privata e la filantropia hanno segnato gli ultimi anni e coinciso, al netto della pandemia, con l’esplosione di Bologna-città del turismo e Bologna-città Unesco. Ma anche con il miglioramento nei settori della sanità (pensate alle iniziative di Isabella Seràgnoli), del welfare, dello sport appunto. Il 2022 è stato segnato dalla morte di Marino Golinelli, il papà di Alfasigma: "Ero povero e cerco di donare a tutti", Marino diceva così. Ma dentro quella frase c’era un mondo, un modo di vivere, una visione globale. Questa città deve essere grata a chi investe tanto sulla bolognesità: il discorso si estende ovviamente a Joey Saputo, non solo a Massimo Zanetti. Non è un caso che sia il Bologna sia la Virtus siano alle prese con nuove ‘case’ per la loro religione: da una parte la ristrutturazione del Dall’Ara, dall’altra la Fiera. Una visione dello sport che non abbini la dimensione sociale e quella imprenditoriale e di ‘divertimento’ è ormai impossibile. Il tema vero, forte, è quello che serve al Bologna per fare il salto di qualità e alla Virtus per tornare nell’Olimpo della pallacanestro, ovvero l’Eurolega. Soldi sicuramente. Idee. Ma forse anche procedure più snelle, decisioni chiare dell’amministrazione (il sindaco Merola sulle modalità dei lavori allo stadio e sul meccanismo urbanistico cambiò idea troppe volte, ai Prati di Caprara non mi risulta sia cambiato granché), programmi di lungo termine, una mobilità all’altezza della situazione (anche qui quante idee cambiate, bloccate e sbloccate), fondi non solo per accontentare qualche sostenitore elettorale o una sinistra revanchista, ma per cambiare davvero volto ad aree complesse. Le due partite (stadio Dall’Ara e temporaneo; e struttura in Fiera per il basket) saranno il vero test per Matteo Lepore & co.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?